Rovenna,  ponte militare (quasi) pronto  E adesso si aspetta il collaudo
Il ponte posizionato in via Libertà nel tratto dove si è verificata la frana che ha isolato Rovenna

Rovenna, ponte militare (quasi) pronto

E adesso si aspetta il collaudo

Altra giornata di lavoro per i 50 volontari impegnati a Rovenna

Un’altra giornata di lavori per terminare la struttura del ponte militare che permetterà di riaprire una corsia di via Libertà dopo la frana che ha isolato la frazione di Rovenna.

I volontari della protezione civile e dell’associazione regionale genieri proseguono le operazioni, grazie anche all’utilizzo di due gru. Terminata la struttura, probabilmente nella giornata di oggi, resta comunque da fare il collaudo prima di permettere alle vetture di transitare. Il Comune domani darà tempi più certi sulla riapertura.

Quello del ponte bailey a una corsia è il primo esempio in Italia e ha previsto anche una serie di modifiche “ad hoc” della struttura militare in ferro proprio per posizionarla in via Libertà. Una soluzione resa possibile a Cernobbio, come ha sottolineato anche il sindaco Matteo Monti che segue costantemente il cantiere, grazie anche al suggerimento di alcuni consiglieri. Giorni di lavoro intenso che hanno visto la collaborazione di oltre 50 persone e tra queste anche Tiziana Arena, responsabile della Protezione Civile per la provincia di Como, Yuri De Tomasi, responsabile operativo genieri Lombardia, i tecnici comunali, la polizia locale e le imprese coinvolte. Le operazioni sono in fase di ultimazione, ma prima di aprire il ponte alle auto, servirà il collaudo che permetterà di capire anche se il passaggio sarà consentito solo alle vetture o anche ai pedoni. Questa tipologia di struttura militare, inoltre, permetterà di ripristinare in parte il traffico, ma nello stesso tempo di proseguire con gli interventi per sistemare la strada distrutta dalla frana.

«Si continua con gli interventi per l’allestimento del ponte – spiega il sindaco Monti – anche oggi si andrà avanti con le operazioni. Nella giornata di domani potremmo dare una tempistica più precisa in merito alla riapertura della strada. Sono molto soddisfatto dei tempi di esecuzione dei lavori».

In attesa dell’apertura parziale di via Libertà, resta attivo il mini passante in via Monte Santo, dove il passaggio è consentito solo a vetture di piccole dimensioni. Il tratto è regolamentato da operatori specializzati il sabato e la domenica, dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 18 e dal lunedì al venerdì, dalle 6.30 alle 9.30 e dalle 16 alle 20. Grazie alla collaborazione di volontari coordinati dal gruppo Agorà il passaggio è aperto anche dalle 9.30 alle 24. Agorà ha anche organizzato un servizio di car pooling. In accordo con Asf sono state anche incrementate le corse della linea C 28, così come quelle della navetta messa a disposizione da Autovittani per il tratto Gatto Nero – Rovenna e ritorno.

L’asilo spostato

Domani è previsto anche l’inizio della attività della scuola dell’infanzia di Rovenna nella struttura provvisoria di Campo Solare. Il trasloco si è reso necessario per esigenze di cantiere. Nel frattempo la struttura di via Libertà è stata allestita a centrale operativa temporanea della protezione civile per consentire la posa del ponte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA