«Senza umido la Tari è troppo cara»  Guerra delle tariffe a Casnate
A Casnate non si differenzia l’umido

«Senza umido la Tari è troppo cara»

Guerra delle tariffe a Casnate

La minoranza lancia la protesta: «Volantinaggio per sensibilizzare la popolazione». Il sindaco: «Ma se non vengono neanche in Consiglio...»

Niente raccolta dell’umido e Tari troppo cara: a Casnate con Bernate la minoranza lancia un volantinaggio di protesta. Torna all’attacco sul tema della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti il gruppo “Camminiamo Insieme”.

«A breve partiremo con un volantinaggio a tappeto – spiega il capogruppo Paolo Mazzola – per spiegare ai cittadini che la raccolta differenziata e il porta a porta nel nostro paese purtroppo non funzionano».

È il consigliere Alberto Magistro ad entrare nel merito dell’argomento, partendo da un fatto: nel 2018 la tariffa sui rifiuti è aumentata del 12% per le utenze domestiche e del 4% per le utenze artigianali e industriali.

«La percentuale dei rifiuti differenziati è ancora molto bassa a Casnate – spiega Magistro – circa il 25%, gli ultimi dati disponibili invece mostrano come sia alto il quantitativo di rifiuti consegnati in discarica. Il nostro paese è uno dei pochi che ancora non differenzia l’umido».

E aggiunge: «È una questione ecologica, ma anche economica, dividere la frazione umida infatti ridurrebbe i costi dello smaltimento, potremmo abbassare la Tari. In più il servizio è carente, a Casnate ci sono 16 passaggi mensili per la raccolta porta a porta, contro i 21 di Senna, i 24 di Luisago, i 26 di Fino Mornasco e i 24 di Vertemate».

A Como città l’umido si ritira ormai da diversi anni. E a Casnate con Bernate? «A parte che implementare il servizio costa – ribatte F abio Bulgheroni, il sindaco – e poi c’è anche un fatto culturale. Bisogna abituarsi, adattarsi, la raccolta dell’umido richiede tempo, occorre avviare un percorso. Ribadisco che non inizieremo questo cammino, ci penserà magari una futura amministrazione. Il nostro mandato scade nel 2020 e l’appalto per la gestione del capitolo dei rifiuti si conclude nel 2021. La minoranza ciclicamente parla di rifiuti, mandino pure i volantini, tanto Mazzola non si vede da mesi in consiglio comunale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA