Allarme furti a Como  La Lega al Governo  «Intervenga l’esercito»
COMO Manifestazione dei leghisti comaschi

Allarme furti a Como

La Lega al Governo

«Intervenga l’esercito»

L’appello al governo del parlamentare Nicola Molteni per fronteggiare l’emergenza sicurezza: «I militari vanno impiegati per presidiare i nostri quartieri»

«Furti, rapine e violenze all’ordine del giorno, cittadini, anziani e famiglie esasperati. La situazione a Como e provincia è diventata insostenibile e il governo, con la sua incapacità, ha solo peggiorato le cose azzerando la certezza della pena con 5 svuota carceri e incentivando l’immigrazione di massa clandestina». Il parlamentare comasco della Lega Nord Nicola Molteni lancia la manifestazione anti ladri - sabato 13 febbraio, alle 16.30, in piazza ad Albate «per chiedere al governo, in un momento di grave allarme sociale, lo stato di emergenza sicurezza per la provincia di Como e un intervento straordinario con i militari a difesa del territorio». «Vogliamo che anche Como possa attingere all’operazione “strade sicure”, voluta nel 2009 dal governo di centrodestra che prevede oltre 6000 militari a presidiare territori e siti sensibili - dice Molteni - Oltre al sottoscritto e alle numerose testimonianze dei cittadini vittime di furti e rapine, alla manifestazione prenderanno parte anche l’assessore regionale alla sicurezza, Simona Bordonali, il segretario della Lega Lombarda Paolo Grimoldi, i consiglieri regionali Dario Bianchi e Daniela Maroni, il Segretario provinciale Angelo Sala, il commissario di Como Eugenio Zoffili e Roberto Moscatelli responsabile sicurezza per la provincia di Como e i sindaci del territorio. Un’occasione per far sentire la nostra voce e chiedere con forza più risorse per la sicurezza, lo sblocco del patto di stabilità per le spese di sicurezza dei comuni e giustizia seria con carcere duro per i ladri».


© RIPRODUZIONE RISERVATA