Area a lago blindata   Ma sugli spalti solo 7 tifosi
La zona attorno allo stadio trasformata in un fortino

Area a lago blindata

Ma sugli spalti solo 7 tifosi

Transenne ovunque e decine di operatori delle forze dell’ordine per una curva deserta

Tutta la zona a lago in una domenica di sole e con tanti turisti in città e a spasso sul lungolago blindata e inaccessibile per la partita Como-Varesina.

Forze dell’ordine, parcheggi vietati (residenti costretti a spostarsi altrove e con accessi vietati) e, soprattutto, transenne fisse lungo tutto il perimetro dello stadio per separare le tifoserie delle due squadre. Peccato che i tifosi della squadra ospite fossero appena 7.

Scontata la rabbia dei residenti, che si sono ritrovati con l’area off limits dalle 9 alle 19 per una partita di serie D e, come detto, con il pubblico avversario che non si contava nemmeno sulle dita di due mani.

Già all’inizio del campionato erano scoppiate polemiche per la decisione di mantenere le stesse misure di sicurezza degli anni scorsi, quando il Como giocava in serie superiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA