Camera di commercio  Firmato il decreto  Como e Lecco unite
COMO Il futuro presidente, Marco Galimberti

Camera di commercio

Firmato il decreto

Como e Lecco unite

L’annuncio del sottosegretario Turba al Tavolo per la competitività: strada spianata per il nuovo Consiglio e l’elezioni di Marco Galimberti

Ora è ufficiale. Con il decreto di Regione Lombardia, è stata formalmente istituita la Camera di commercio frutto dell’accorpamento degli enti autonomi di Como e Lecco. La notizia è stata annunciata al Tavolo per la competitività dal sottosegretario in Regione, Fabrizio Turba.

Ora la strada è spianata per l’insediamento del nuovo Consiglio, composto da 33 membri. Due gli schieramenti e un presidente in pectore, il comasco Marco Galimberti.

L’apparentamento principale è composto da Confindustria, Confartigianato, Confcommercio delle due province. Ecco quali consiglieri sono stati indicati. Per il commercio Alessandro Bolla, Antonio Peccati, Maria Teresa Tagliabue, Mariangela Tentori. Per il turismo sono stati scelti Giuseppe Rasella e Alberto Riva. Ancora, a rappresentare i servizi alle imprese entrano Pierluigi Frigerio, Laura Fustinoni, Gaetana Mariani, Giulio Sirtori. L’industria segna invece la presenza di Carlo Anghileri, Gloria Bianchi, Antonella Mazzoccato, Francesco Pizzagalli, Lorenzo Riva. L’artigianato porta i volti di Ilaria Bonacina, Marco Galimberti, Daniele Riva, Raffaella Puricelli, Vittorio Tonini. Ultimi due nomi individuati: Stefano Poliani per i trasporti e Tiberio Tettamanti per la voce altri settori. L’altro apparentamento (Cna del Lario e della Brianza, Cdo di Como e Cdo di Lecco, Confesercenti, Api Lecco) ha designato: Marco Mazzone, Enrico Benati, Claudio Casartelli, Richard Martini ed Enrico Vavassori. Ci sono poi i consiglieri delle singole associazioni. Per Coldiretti Como Lecco entra Roberto Magni, per il credito Giovanni Pontiggia, per le cooperative Lele Marinoni. A completare il quadro del futuro assetto della Camera sono i sindacati con Salvatore Monteduro, i consumatori con Mara Merlo e i liberi professionisti con Antonio Rocca.


© RIPRODUZIONE RISERVATA