Cantiere lungolago  Via tutte le grate
La rimozione delle recinzioni sul cantiere del lungolago (Foto by como)

Cantiere lungolago

Via tutte le grate

È iniziata ieri mattina la rimozione delle grate in metallo nel tratto di lungolago tra la darsena e piazza Cavour. Apertura entro il 30

È iniziata ieri mattina la rimozione delle grate in metallo nel tratto di lungolago tra la darsena e piazza Cavour. Le stesse dove, nella primavera scorsa, i comaschi avevano attaccato migliaia di lucchetti per chiedere alle istituzioni di mantenere le promesse sulla riapertura della passeggiata.

Già dalle prime ore erano sul lungolago gli operai e il direttore dei lavori Alessandro Caloisi. La procedura ha previsto il distacco di un pezzo di grata e la successiva rimozione dei pali di sostegno in legno, ormai in pessime condizioni. Via via si sono liberati spazi di lungolago e puntualmente comaschi e turisti hanno iniziato a scattare le prime fotografie. Qualcuno ha anche cercato di introdursi nella passeggiata per vedere il lago da vicino e i parapetti storici in fase di installazione, ma è stato prontamente allontanato per motivi di sicurezza.

Rete da cantiere

La rimozione delle palizzate non ha liberato la passeggiata, almeno non per ora. Sono state infatti collocate delle reti provvisorie di cantiere con l’obiettivo di consentire agli operai della ditta Vivai Marrone (a cui Infrastrutture Lombarde ha assegnato l’appalto da circa 400mila euro) di concludere i lavori.

La passeggiata verrà riaperta completamente entro il 30 giugno, quindi entro venerdì. Lo ha riconfermato anche ieri sera il presidente della Regione Roberto Maroni all’assemblea di Confartigianato, garantendo l’apertura entro venerdì.

A tornare a disposizione dei cittadini saranno certamente i 3mila metri quadrati dell’area dei giardini (i lavori sulla pavimentazione sono conclusi, manca soltanto l’intervento dei giardinieri e quello di pulizia) e la zona tra la darsena e piazza Cavour. È probabile che resterà chiusa ancora per una decina di giorni la porzione attorno alla vecchia biglietteria della Navigazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA