Chiasso, due notti  senza energia elettrica  Strade e case: buio pesto
Chiasso Due giorni di emergenza per i lavori alla rete elettrica

Chiasso, due notti

senza energia elettrica

Strade e case: buio pesto

Luci spente venerdì e sabato dalle 23 alle 6 del giorno successivo. E la società svizzera offre la serata dedicata alle stelle

Buio pesto a due passi dal confine e non solo per modo di dire. Già perché questa sera e domani sera dalle 23 alle 6 si spegneranno tutte, ma proprio tutte, le luci di buona parte dei Comuni ticinesi che hanno il Comasco come vicino della porta accanto.

Stiamo parlando di Chiasso (incluse le frazioni di Pedrinate e Seseglio), ma anche Balerna, Morbio Inferiore e Vacallo. Un caso sicuramente senza precedenti, che ha imposto una macchina organizzativa (incluse forze dell’ordine e soccorsi di ogni ordine e grado) imponente e che alla base ha la necessità, non di più derogabile, da parte di Age (Azienda acqua, gas e elettricità) relativa all’esecuzione di lavori urgenti di manutenzione alla rete elettrica principale.

Tutti al buio, dunque, con ripercussioni - limitate, si spera, dai vari summit operativi svolti in queste settimane - che allungano i tentacoli sino a comparti nevralgici come la telefonia fissa. Anche la telefonia mobile, secondo quanto si è appreso, potrebbe non essere garantita. All’insegna del massimo pragmatismo - uno dei tratti distintivi del vicino Cantone - è stato anche diffuso un vademecum su come affrontare al meglio le notti al buio. Al punto uno figura sicuramente il fatto di munirsi di una torcia, al secondo quello di prestare la massima attenzione a cancelli, porte e quant’altro che funzionano elettricamente. Naturalmente, per quanto possibile, si cercherà di fare bene e in fretta, considerato che al buio rimarranno circa 20 mila persone.

C’è chi ha preso la decisione di Age - che pure si è subito premurata di far sapere che «non vi erano altre soluzioni percorribili» - con filosofia e chi invece aspetta le prossime due notti con un pizzico di (sana) apprensione.

Il rischio concreto, prorogando l’intervento programmato per le prossime due notti, era quello di improvvisi black out. Il black out di domani e sabato sera sarà ricordato per vari motivi, anche per il fatto che si è deciso di anticipare a ieri sera la partita di campionato tra Chiasso e Aarau, squadra quest’ultima che in trasferta è seguita, secondo tradizione, da un buon numero di tifosi.

Secondo quanto si è appreso, sono oltre una sessantina i generatori (tutti di dimensioni importanti) che garantiranno il corretto funzionamento soprattutto delle strutture d’emergenza. Ma c’è anche un altro aspetto della vicenda, dai tratti romantici. Già perché la stessa Age ha promosso per domani sera alle 23, in quel di Pedrinate, una notte di osservazione gratuita del firmamento in collaborazione con la Società astronomica ticinese. Naturalmente da un punto d’osservazione privilegiato si potranno ammirare alle 23 in punto anche le luci della città che si spengono tutte insieme.


© RIPRODUZIONE RISERVATA