Como, la nuova giunta. Scelti due tecnici per strade e turismo: ecco tutti i nomi
Mario Landriscina

Como, la nuova giunta. Scelti due tecnici per strade e turismo: ecco tutti i nomi

I lavori pubblici all’ingegner Vincenzo Bella (ex Provincia e Sant’Anna). L’altra delega a Simona Rossotti, già assessore a Cuneo

Il nuovo assessore comunale ai Lavori pubblici è Vincenzo Bella, ingegnere, un passato in Amministrazione provinciale e poi all’Ufficio tecnico del Sant’Anna, prima di passare alla società che gestisce l’aeroporto di Orio al Serio. Si tratta di un tecnico scelto direttamente dal sindaco Mario Landriscina.

Una figura esterna ai partiti e non candidata è anche quella chiamata a occuparsi di Turismo e Marketing territoriale: si tratta di Simona Rossotti, imprenditrice, già assessore provinciale a Cuneo e per dieci anni - fino al 2014 - sindaco di un piccolo Comune (Perlo), domiciliata a Como.

Si completa così la giunta. In totale sono 9 gli assessori, uno in più rispetto alla squadra di Mario Lucini. Le ultime due caselle sono andate, dunque, a persona di fiducia di Landriscina.

Simona Rossotti, nuovo assessore al Turismo

Simona Rossotti, nuovo assessore al Turismo

Forza Italia esprime due assessori: Amelia Locatelli (dermatologa del Sant’Anna, candidata alle amministrative del mese scorso, potrebbe seguire i settori Politiche educative e Università) e Francesco Pettignano (12 anni di consiglio alle spalle, secondo più votato in Forza Italia, si ipotizzano per lui le deleghe Servizi demografici e Cimiteri).

Due gli assessori della Lega Nord: il segretario cittadino Alessandra Locatelli (dovrebbe occuparsi di Servizi sociali) e il commercialista Adriano Caldara (Bilancio, Società partecipate).

Della lista civica “Insieme con Landriscina” entrano in giunta Marco Galli (presidente dell’Ice Club Como, avrà la delega allo Sport) ed Elena Negretti (lavora alla centrale del 118, si occuperà del Personale).

Un posto infine a Fratelli d’Italia: Marco Butti, consigliere comunale uscente, più votato della lista (probabilmente seguirà Urbanistica e Commercio).

Il sindaco dovrebbe tenere alcune deleghe: Sicurezza, Polizia locale, Protezione Civile, Cultura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA