Como: i  vaccini per la scuola Sono 13mila in provincia gli alunni non in regola
Per nidi e scuole dell’infanzia la certificazione andrà presentata entro il 10 settembre

Como: i vaccini per la scuola
Sono 13mila in provincia
gli alunni non in regola

Ha preso il via la campagna dell’Asst Insubria
per i nuovi obblighi in vista dell’inizio delle lezioni
Tremila i bimbi da 0 a 6 anni con le iscrizioni a rischio

Nel Comasco sono circa 82.400 i bambini e ragazzi, da 0 a 16 anni, che dovrebbero essere in regola con le vaccinazioni per poter aver accesso a asili e scuole. Di questi l’Ats dell’Insubria, ex Asl, ha stimato un 15% di inadempienti, con 12.900 soggetti che non sarebbero in regola con le documentazioni richieste. Regione Lombardia, Ats dell’Insubria, Asst Lariana, Comuni, Ufficio scolastico territoriale e pediatri hanno già avviato una serie di incontri per rispondere in modo tempestivo alle richieste delle famiglie a pochi giorni dal suono della campanella.

Riducendo l’analisi ai bambini da 0 a 6 anni, gli inadempienti potrebbero essere circa 3mila. Dieci le vaccinazioni obbligatorie secondo la nuova legge e che sono quelle contro poliomielite, tetano, difterite, epatite B, Haemophilus influenzae B, pertosse, morbillo, parotite, rosolia e varicella.

Per quanto riguarda le documentazioni se il bambino ha eseguito tutte le somministrazioni i genitori dovranno presentare il certificato vaccinale oppure l’autocertificazione di avvenuta vaccinazione. Il modello è scaricabile sui siti della Ats (www.ats-insubria.it) e delle Asst del territorio di appartenenza. Una volta consegnata l’autocertificazione sarà necessario recarsi ai servizi vaccinali per acquisire il certificato vaccinale e consegnarlo, entro il 10 marzo 2018, alla scuola. Se invece il proprio figlio non ha eseguito tutte le vaccinazioni previste dalla nuova normativa, si dovrà comunque presentare l’autocertificazione e in allegato la lettera di convocazione o un altro documento che attesti di aver fissato un appuntamento per le vaccinazioni mancanti, oppure la copia della richiesta di appuntamento vaccinale, con protocollo di ricevuta, consegnata all’Asst.

Per quanto riguarda la frequenza all’asilo nido e alla scuola dell’infanzia i genitori dovranno presentare la documentazione richiesta entro il 10 settembre, mentre per la scuola primaria e secondaria entro il 31 ottobre.

Tutti i dettagli e le info su “La Provincia” del 24 agosto 2017


© RIPRODUZIONE RISERVATA