Como: L’uovo dei cigni giù dalle scale  Ora si pensa a un nido protetto
Agente della Polizia provinciale con l’uovo abbandonato dai cigni

Como: L’uovo dei cigni giù dalle scale

Ora si pensa a un nido protetto

Como: non c’è il lieto fine per la storia della coppia di uccelli avvistata sul lungolago, nel cantiere delle paratie, all’altezza di piazza Cavour

Como

Non c’è il lieto fine per la storia, raccontata nei giorni scorsi, della coppia di cigni avvistata sul lungolago, nel cantiere delle paratie, all’altezza di piazza Cavour. Un paio di giorni fa era stato avvistato un uovo, deposto al di là delle grate, sulla vecchia passeggiata. Purtroppo ieri l’uovo non c’era più. I più attenti l’hanno poi notato sul secondo gradino dell’attigua scala, quasi nel lago. L’uovo era rotto.

Sul posto sono intervenuti , in tarda mattinata, gli agenti della Polizia provinciale, che hanno rimosso l’uovo e hanno spiegato cosa potrebbe essere successo: «Un cigno fa mediamente otto uova l’anno, e di solito due o tre vengono abbandonate perché le cose non sono andate bene, magari il contesto non è propizio. In questo caso non avevano nemmeno fatto il nido».

Anche negli anni scorsi una coppia di cigni aveva scelto quella zona del lungolago, potrebbe trattarsi degli stessi esemplari presenti in questi giorni. Per evitare problemi legati agli interventi di manutenzione della passeggiata e rimozione delle recinzioni, promessi dalla Regione, si sta pensando di realizzare - nel caso in cui i cigni facciano un nido nella zona - una struttura protetta, da spostare altrove in caso di necessità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA