Como, multe per 7,2 milioni  Record di evasori. Non pagano 7 su 10
Ad elevare le contravvenzioni in città sono principalmente gli agenti della polizia locale e gli ausiliari della sosta

Como, multe per 7,2 milioni

Record di evasori. Non pagano 7 su 10

Il Comune non ha ancora incassato. 5 milioni di euro risalenti a sanzioni dell’anno scorso. L’assessore: «Ho chiesto verifiche, si deve fare di più»

Sette automobilisti su dieci non pagano le multe, nemmeno in ritardo. I numeri del Comune di Como sono impietosi. Su 7,2 milioni di euro accertati come entrate derivanti da multe e sanzioni nel 2016, alla fine dell’anno ne erano stati versati 1,3 milioni (meno del 20%).

I dati sotto la lente

L’ultima verifica, chiesta dall’assessore al Bilancio Adriano Caldara, risale all’8 novembre scorso e ha portato altri 797mila euro nelle casse comunali che corrispondono ai comaschi che hanno pagato in ritardo di diversi mesi.

A non aver proprio saldato il debito relativo al 2016, a quasi un anno di distanza, sono sette comaschi su dieci. Il Comune deve infatti incassare 5,1 milioni di euro su 7,2. In pratica paga solo il 30%. «I problemi nella riscossione delle multe ci sono ovunque - commenta l’assessore - ma la percentuale del 30% è ancora troppo bassa. Sui settori più critici e alla luce dei dati aggiornati, che mi sono appena stati forniti, ho chiesto approfondimenti dettagliati in modo da poter pensare a misure da mettere in atto». L’amministrazione per le sanzioni non pagate fa scattare la procedura per il recupero, ma l’iter è molto lungo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA