Como, oggi la processione  con il Crocifisso del miracolo
Como la tradizionale processione del Venerdì Santo con il Santo Crocifisso (Foto by Carlo Pozzoni)

Como, oggi la processione

con il Crocifisso del miracolo

Giovedì santo, la messa crismale con 250 sacerdoti in Duomo e la rievocazione dell’ultima cena. Oggi alle 15 la processione dal Crocifisso

Con la messa crismale al mattino e poi la sera con la Cena del Signore e il rito della lavanda dei piedi, è iniziata ieri, giovedì santo, la celebrazione del triduo pasquale (morte, sepoltura e resurrezione).

Alla messa crismale, che il vescovo Oscar Cantoni ha concelebrato in Duomo con Diego Coletti, vescovo emerito di Como e Franco Festorazzi, vescovo emerito di Ancona-Osimo, erano presenti oltre 250 sacerdoti. Nel corso del rito sono stati consacrati gli oli santi: il crisma (per i cresimandi, i presbiteri e i vescovi, i nuovi altari e chiese), l’olio dei catecumeni (per il battesimo; il nome deriva dal greco “coloro che vengono istruiti” e indica gli adulti che si preparano a diventare cristiani) e, infine, l’olio degli infermi (per i malati gravi).

La sera, i temi della celebrazione, che ricorda l’ultima cena di Gesù, sono l’istituzione dell’eucaristia e del sacerdozio e il comandamento dell’amore fraterno. Durante il rito della lavanda dei piedi, come Gesù con gli apostoli, il vescovo ha lavato i piedi a 12 persone, operatori, volontari e ospiti della Caritas.

Gli appuntamenti di oggi, passione e morte di Gesù: alle 9 la liturgia delle Ore (la preghiera pubblica della Chiesa), alle 15 dalla basilica della Santissima Annunciata, la processione del santissimo crocifisso (il percorso toccherà viale Varese, viale Cattaneo, piazza Vittoria, largo Spallino, via Carducci, via Giovio, piazza Medaglie d’Oro, via Vittorio Emanuele II, piazza Duomo, via Plinio, piazza Cavour, via Cairoli, piazza Volta, via Garibaldi, piazza Cacciatori delle Alpi, viale Varese), alle 18.30 la liturgia in Duomo; domani, infine, sabato, alle 9 la liturgia delle Ore e alle 21, sempre in Duomo, la veglia pasquale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA