Como, scandalo paratie  In esclusiva la lettera di Maroni al sindaco  «Risposte entro 15 giorni»
COMO La desolante situazione del cantiere sul lungolago, fermo da dicembre del 2012 e ora oggetto di un’inchiesta della Procura di Como

Como, scandalo paratie

In esclusiva la lettera di Maroni al sindaco

«Risposte entro 15 giorni»

La Regione al sindaco: «Ci dica cosa vuol fare per completare l’opera. Forte preoccupazione dopo i rilievi dell’Anticorruzione»

Raccontano di un Roberto Maroni furibondo per gli ultimi sviluppi del caso paratie. E i toni della lettera spedita ieri dalla Regione al sindaco Mario Lucini confermano che la tensione è salita ben oltre il livello di guardia.

A poche ore dal vertice tra Lucini e il ministro Graziano Delrio, ecco un documento molto duro recapitato a Palazzo Cernezzi. La firma è quella del segretario generale Giuseppe Bonomi, ma la mossa naturalmente è stata condivisa e avallata dallo stesso Maroni. La Regione, «ente finanziatore e titolare della programmazione dell’intervento, a suo tempo affidato al Comune per l’esercizio delle funzioni di stazione appaltante» chiede al sindaco «di fornire formale comunicazione sulle determinazioni e misure che l’Amministrazione Comunale intende assumere riguardo al completamento dell’opera, in particolare alla luce dei rilievi contenuti nel parere Anac». A Lucini viene chiesto «un riscontro esaustivo in tempi rapidi e comunque non oltre il prossimo 5 febbraio».

In esclusiva la lettera su La Provincia in edicola oggi, venerdì 22 gennaio


© RIPRODUZIONE RISERVATA