Derby, in 300 da Lecco   Domani città blindata
Il blocco dei poliziotti in viale Rosselli in occasione dell’incontro di febbraio contro il Mantova (Foto by Butti)

Derby, in 300 da Lecco

Domani città blindata

La Questura predispone il dispositivo di massima sicurezza attorno al Sinigaglia: barriere e zona vietata

Como

Trecento tifosi ospiti. Almeno ottanta agenti. Zona stadio vietata a chiunque fin dal mattino e cancelli divisori ai giardini. Possibili blocchi del traffico lungo la tangenziale e il lungolago in concomitanza con l’arrivo dei sostenitori del Lecco. Una Como blindata si prepara per il derby valevole per il poule scudetto di serie D, domani pomeriggio con fischio d’inizio alle 16.

Gli ultimi particolari del servizio d’ordine messo in campo dalla Questura saranno discussi questa mattina. Ma è chiaro che il livello di sicurezza messo in campo dalle forze di polizia è quello massimo, già sperimentato - ad esempio - in occasione dell’altro derby, quello con il Varese del gennaio dello scorso anno, o del match di vertice tra Como e Mantova di febbraio.

In attesa dell’ufficializzazione delle misure di sicurezza, è comunque confermata la decisione di predisporre in zona Sinigaglia le misure di sicurezza massime.

Quindi da domattina fino al termine della partita (e deflusso dei tifosi) è sospesa la circolazione dei veicoli in via Vittorio Veneto, viale Puecher, piazzale Somaini, viale Masia (da piazzale Somaini a viale Rosselli), viale Sinigaglia, via Martinelli, via Scarabota, via Campo Garibaldi.

Sempre dalla mattinata è vietata la sosta - con rimozione forzata per tutte le categorie di veicoli compresi quelli autorizzati dagli abbonamenti per residenti e quelli a servizio delle persone invalide - in viale Vittorio Veneto, largo Borgonovo, viale Sinigaglia (da viale Masia a viale Vittorio Veneto), viale Puecher, piazzale Somaini, viale Masia (da piazzale Somaini a viale Rosselli). È inoltre sospesa la circolazione di biciclette e dei pedoni, con sistemi di recinzione mobili collocati lungo viale Puecher, in via Sinigaglia e ai giardini pubblici a lago lungo le arterie interessate.

Unica deroga, ma solo se non fisicamente impossibile per la presenza delle barriere, per i veicoli dei residenti con posto auto in area privata, che potranno accedere.

Sono autorizzati alla sosta in viale Puecher, nell’area antistante il monumento ai caduti, i bus e le auto dei tifosi del Lecco.

Divieti anche nella zona della stazione. Rimozione forzata - pure delle moto - nel piazzale davanti a San Giovanni fin dal mattino e lungo via Venini, nei posti blu. Posti blu vietati anche di fianco al Carrefour.

Questi ultimi arriveranno a Como in treno nel primo pomeriggio, attorno alle 14. Lì troveranno ad aspettarli degli autobus che li accompagneranno fino al Sinigaglia. Al passaggio dei mezzi saranno chiuse al traffico viale Masia in direzione Questura e la tangenziale, all’altezza di piazzale San Rocchetto, nonché il lungolago. Gli autobus scenderanno verso lo stadio fino all’altezza della curva ospiti. Stessa scena al termine dell’incontro, con percorso a ritroso sempre lungo viale Recchi fino a piazzale San Rocchetto e, da qui, alla stazione San Giovanni, da dove i tifosi lecchesi ripartiranno in treno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA