Festa di Sant’Abbondio  Ritorno sotto le mura
L’ultima edizione della festa di Sant'Abbondio (Foto by Andrea Butti)

Festa di Sant’Abbondio

Ritorno sotto le mura

Confermata la location in centro, introdotta l’anno scorso. Street food e mercatino. Dietro alla basilica ristorante tipico e pista da ballo

Sant’Abbondio conferma la formula sperimentata l’anno scorso con successo (introdotta dall’ex assessore al Turismo Simona Rossotti) e cioè il trasferimento della fiera zootecnica, con l’aggiunta di attività per i bambini e street food in centro.

Nel dettaglio il programma stabilito dalla giunta prevede nella giornata di domenica primo settembre la fattoria didattica in viale Cattaneo, piazza Vittoria e largo Spallino. Domenica e lunedì mattina mercatino alimentare con prodotti agricoli del territorio e a chilometri zero e, lunedì mattina, la tradizionale mostra zootecnica (le premiazioni saranno martedì a Sant’Abbondio).

Poco distante, in largo Miglio, via Cantù e Porta Torre da sabato 31 agosto a lunedì mattina confermata l’iniziativa “La tradizione si rinnova” con degustazioni, street food e la presentazione dei principali attori del turismo enogastronomico rurale lariano.

Da ultimo la tradizionale location nello spazio retrostante la basilica di Sant’Abbondio: da martedì 27 agosto a martedì 3 settembre sarà allestito il ristorante tipico lariano a cura dell’associazione provinciale cuochi e saranno organizzate anche merende per i bambini, lezioni di cucina oltre a intrattenimenti per i più piccoli e stand di varie associazioni. Torna, a differenza della scorsa edizione, la pista da ballo con esibizioni serali rivolte principalmente agli amanti del liscio.

Il Comune, in base alle normative sulla sicurezza per manifestazioni pubbliche, ha affidato a una società esterna un incarico da poco meno di 13mila euro che comprende sopralluoghi, tutte le verifiche sulla documentazione di agibilità, permessi, vie di fuga, personale da utilizzare, staff, posizionamento degli stand e delle diverse attività. Palazzo Cernezzi ha anche impegnato quasi 19mila euro per la progettazione e realizzazione dell’impianto illuminotecnico nel complesso di Sant’Abbondio, che prevede anche le modalità di illuminazione ad hoc delle vie di accesso e di uscita. Intanto sono iniziati i lavori per l’allestimento del tendone che ospiterà le cucine e, soprattutto, le grandi tavolate che accoglieranno le migliaia di comaschi che non rinunceranno alla tradizione di assaggiare i piatti tipici comaschi, dalla polenta al fritto di lago.

Sant’Abbondio segna anche l’avvio del Palio del Baradello. Quest’anno è stata annunciata un’accuratezza ancora maggiore per la ricostruzione storica e a sfidarsi saranno nove borghi. Si comincia il 30 agosto con la benedizione del drappo, dipinto quest’anno dall’artista Rita Lanzini, durante la festa di Sant’Abbondio. Si susseguiranno diversi eventi fino al 21 settembre con le celebre sfide serali che vanno dal tiro alla fune alla cariolana, alla gara delle lucie fino ad arrivare al grande corteo storico per le vie della città.


© RIPRODUZIONE RISERVATA