Palazzetto a Muggiò, opere per 2 milioni  Cambia la viabilità   e parcheggio da 520 posti
Il vecchio palazzetto di Muggiò, chiuso e preda del degrado

Palazzetto a Muggiò, opere per 2 milioni

Cambia la viabilità

e parcheggio da 520 posti

Lo studio del Comune prevede una rotatoria tra Canturina e via Sportivi Comaschi. Posti auto anche in una parte dell’area solitamente utilizzata per il circo e il luna park

Due milioni e 300mila euro per modificare la viabilità e realizzare nuovi parcheggi a Muggiò, al servizio del palazzetto dello sport in fase di progettazione. Lo studio di fattibilità è appena stato approvato dalla giunta.

I fondi sono quelli del “Patto per la Lombardia e inizialmente il Comune pensava di utilizzare questi due milioni per riqualificare l’impianto sportivo di via Adamello a Tavernola, ora invece ha deciso di cancellare l’intervento e dirottare i finanziamenti su Muggiò.

Il documento redatto dall’ufficio Mobilità di Palazzo Cernezzi chiarisce i cambiamenti in vista nella zona del vecchio palazzetto, ormai ridotto a un rudere. Due le linee di intervento: migliorare l’accessibilità e riorganizzare le aree di sosta.

Per raggiungere il primo obiettivo i tecnici prevedono che l’accesso principale al nuovo complesso (un impianto da mille posti, costo previsto 7 milioni e apertura tra quattro anni) avverrà in via Sportivi Comaschi con un tracciato diverso dall’attuale, tra l’area destinata a spettacoli viaggianti - circo e luna park - e lo sbocco sulla Canturina, con la realizzazione di una nuova rotatoria «al fine di consentire un agevole ingresso/uscita dall’intera area». Contestualmente scatterà una riqualificazione del secondo tratto di via Sportivi Comaschi, tra l’area circo e via Muggiò, con interventi di moderazione del traffico. Previsti infine percorsi pedonali tra il palazzetto e le fermate del bus (ma anche per raggiungere la futura fermata ferroviaria a Camerlata) oltre a percorsi ciclabili per collegare il quartiere di Albate con la nuova struttura.

Passando al capitolo parcheggi, si stima un fabbisogno di 520 posti calcolando il palazzetto, la vicina piscina, il campo Coni e il cimitero. Da un lato verranno riqualificate le attuali aree di sosta, con un nuovo disegno degli stalli (previsto anche il rifacimento dell’impianto di illuminazione e della rete di smaltimento delle acque meteoriche), dall’altro diventerà un parcheggio una parte dell’area destinata agli spettacoli viaggianti,

© RIPRODUZIONE RISERVATA