Piazza Volta cambia  ma il caos aumenta

Piazza Volta cambia

ma il caos aumenta

Accesso consentito all’autosilo e ai posti gialli. Ma entrano tutti e c’è pure il parcheggiatore abusivo. Sosta dappertutto

«Devi spostare la macchina?». A chiederlo, quasi a tutti coloro che passano da piazza Volta, nella zona tra la banca e l’autosilo Jasca è un parcheggiatore, chiaramente abusivo che indica alle auto in arrivo se libera un posto giallo.

Ma in piazza Volta, almeno stando alle modifiche messe in atto dall’amministrazione comunale con l’avvio del cantiere per la riqualificazione della zona e con la chiusura di via Garibaldi, dovrebbero entrare in teoria soltanto le auto dirette all’autosilo Jasca e quelle dei residenti a cui è stato assegnato il posto giallo.

La realtà, però, è molto diversa. Basta stare anche solo un quarto d’ora nella zona e osservare quello che succede. In pratica il far west, una zona fuori controllo con auto che arrivano da via Rubini (dopo aver fatto la gimcana tra i posti moto collocati su entrambi i lati della carreggiata, che avevano già sollevato un vespaio di polemiche al momento della collocazione) e, non essendo dirette all’autosilo, si fermano tutte nel poco spazio di piazzetta Jasca. Ci sono quelli che restano al volante semplicemente in attesa che moglie/marito/ figlia facciano commissioni nella vicina banca o in qualche negozio, e poi ripartono. Ma ci sono anche quelli (molti) che si mettono in coda e aspettano che il parcheggiatore improvvisato indichi loro la presenza di un posto giallo.

Ma in quei posti potrebbero parcheggiare solo i residenti e i clienti degli hotel che hanno stalli ad hoc con tanto di scritta del nome dell’albergo.

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola martedì 3 maggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA