Salvini ai 5 Stelle  «La Pedemontana  serve e va finita»
Il primo lotto della tangenziale di Como, meno di 2 chilometri e mezzo

Salvini ai 5 Stelle

«La Pedemontana

serve e va finita»

Il vicepremier difende la grande opera lombarda. «È strategica, l’obiettivo è andare avanti, non indietro». Il ministro alle Infrastrutture, invece, parla di «revisione»

«È strategica, serve e va completata». Sono queste le parole che usa il vicepremier e segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini per rispondere al ministro delle Infrastrutture, il pentastellato Danilo Toninelli, che aveva messo in dubbio l’utilità del completamento di Pedemontana.

Uno scontro a distanza, quindi, tra Lega e Cinque Stelle sulle infrastrutture più importanti del Paese, inclusa la Pedemontana che, a Como, significa il completamento della tangenziale rimasta a metà e lunga appena 2,4 chilometri.

Nei giorni scorsi Toninelli in un intervento a Montecitorio aveva inserito la Pedemontana tra le opere da sottoporre «ad una revisione complessiva, che contempli anche l’abbandono del progetto».

E adesso da Cervia arrivano le parole di Salvini, che vanno nella stessa direzione. «Le grandi opere - dice - si fanno tutte. L’obiettivo è quello di guardare e andare avanti, non indietro». Nel merito della Pedemontana Salvini fa presente che «stiamo parlando di un’opera che va completata e questo comprende anche le tangenziali di Como e Varese. Dobbiamo guardare al futuro e si tratta di un’infrastruttura strategica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA