Smog Como, aria inquinata  un giorno su tre
Viale Cattaneo. Nel 2017 la centralina che rileva la qualità dell’aria ha superato il livello consentito di Pm10 per 69 giorni. Nove giorni in più dell’anno precedente

Smog Como, aria inquinata

un giorno su tre

Como al 75° posto tra i capoluoghi di provincia. A rivelarlo il rapporto annuale “Mal’aria” di Legambiente

Tira una brutta aria a Como, e non è un modo di dire. I dati elaborati a livello nazionale da Legambiente e inseriti nel rapporto “Mal’aria” collocano la nostra città nella cerchia delle più inquinate d’Italia. Per avere un’idea ancora più precisa: un giorno su tre, l’aria, secondo i parametri, non è pulita.

Entrando nello specifico, se consideriamo le polveri sottili (i cosiddetti Pm10), la ricerca prende in considerazione le stazioni ufficiali dove è superato il limite annuale di 35 giorni con una media giornaliera oltre i 50 microgrammi/metrocubo. La centralina di viale Cattaneo ha superato la quota 69 giorni, piazzando Como al 25esimo posto (in cima alla graduatoria, con oltre 100 giorni l’anno, si trovano Torino, Cremona, Alessandria, Padova e Pavia). E si va peggiorando poiché nel 2016 i giorni furono 60 e l’anno prima 64. Rispetto a due anni fa, a pesare è stata soprattutto la siccità a gennaio e ottobre.

Delle 39 città fuorilegge ben 31 risultano tali anche nella speciale classifica di Legambiente “Pm10 ti tengo d’occhio” degli ultimi tre anni: per Como non c’è scampo: l’aria inquinata è una costante del triennio.

«Non servono misure sporadiche - ha commentato Stefano Ciafani, direttore generale Legambiente - è urgente mettere in atto interventi strutturali e azioni ad hoc sia a livello nazionale che locale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA