Soldi sporchi di cocaina  Tedesco preso in Ticino
Le Guardie di confine svizzere

Soldi sporchi di cocaina

Tedesco preso in Ticino

Aveva 81mila euro. Si è giustificato dicendo che voleva acquistare una barca in Croazia

Con tutti quei soldi era diretto in Croazia dove avrebbe dovuto comprarsi una barca: è la giustificazione che un cittadino tedesco ha fornito alle autorità svizzere che la sera del 29 dicembre lo avevano fermato in frontiera, al valico di Brogeda, prima di entrare in Italia con 81mila euro nascosti nel bracciolo della sua vettura. La notizia è trapelata soltanto oggi dai media svizzeri.

L’uomo era stato arrestato però non solo per violazione delle norme sulla esportazione di capitali. Ma anche perché quei soldi erano state rinvenute tracce di cocaina. Una contaminazione sospetta. Le autorità elvetiche ipotizzano che dietro a quella movimentazione di danaro contante vi possa essere un tentativo di riciclaggio, legato proprio al narcotraffico: e proprio per questo reato (oltre che per infrazione della legge sugli stupefacenti), il cittadino tedesco era finito in carcere, per essere rilasciato il giorno dopo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA