Tasi, a Como ogni famiglia   “guadagna” 321 euro
Como: i risparmi dopo la cancellazione della Tasi da parte del governo Renzi

Tasi, a Como ogni famiglia

“guadagna” 321 euro

L’abolizione della tassa sull’abitazione principale ha fruttato un risparmio tra i più alti d’Italia. Resta la scadenza di giovedì per le pertinenze e le case di lusso. In città costo di 96 euro per un box auto

Como

L’abolizione della Tasi sulla prima abitazione significa un risparmio di 321 euro per famiglia comasca, uno fra i più alti in Italia. A dirlo è il rapporto elaborato dal servizio politiche territoriali della Uil su Imu e Tasi 2016, pubblicato vicino alla scadenza del 16 giugno: entro giovedì, secondo i calcoli del sindacato, a pagare l’acconto delle tasse per gli immobili diversi dalla casa principale saranno circa 25 milioni di proprietari in Italia (il 76% possiede un reddito da lavoro dipendente o pensione). Per quanto riguarda le prime case, 3,5 milioni pagheranno l’Imu/Tasi sulle seconde pertinenze (per esempio garage o cantine) con un costo medio di 55 euro, con punte di 110.

A Como, secondo il rapporto messo a punto dal sindacato, l’abolizione della tassa sulla prima abitazione ha significato un risparmio medio annuo di 321 euro a famiglia, posizionando la città all’ottavo posto in Italia e al primo in Lombardia, ben al di sopra della media nazionale (203 per i capoluoghi, 191 per tutti i comuni).

I DETTAGLI SU LA PROVINCIA DEL 14 GIUGNO


© RIPRODUZIONE RISERVATA