Una tenda all’asilo Sant’Elia?  Per il Comune impresa impossibile
Le vetrate dell’asilo Sant’Elia: niente tende e all’interno la temperatura è altissima Andrea Butti

Una tenda all’asilo Sant’Elia?

Per il Comune impresa impossibile

Problema segnalato da mesi inutilmente. Così nei locali utilizzati dai bimbi ci sono trenta gradi

Le ripetute segnalazioni non sono servite a niente: all’asilo Sant’Elia si continua a soffocare dal caldo e il Comune, fino ad adesso, non è ancora intervenuto per risolvere il problema. La questione, come già scritto su La Provincia, riguarda il meccanismo per la discesa delle tende, una sorta di velario esterno pensato dal celebre architetto Giuseppe Terragni come riparo per le vetrate. Nel giardino, di fronte alle finestre delle aule, sono presenti proprio le impalcature: purtroppo, il guasto impedisce a tre teli su quattro di scendere a protezione dalla luce fin dopo il mezzogiorno.

In un caso, si nota proprio il braccio spezzato ed eroso dalla ruggine, segno di una manutenzione assente da molto tempo. E la scuola ha più volte segnalato il problema all’amministrazione.

Per bambini e insegnanti, senza tende si fa davvero fatica: ieri, in una mattinata parzialmente soleggiata e dopo una settimana di brutto tempo, la temperatura all’interno del refettorio e delle aule era più alta del normale. A marzo, la temperatura “a pavimento” è arrivata spesso a essere superiore a trenta gradi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA