Via Bixio, Como bloccata,  40 minuti per 6 chilometri
COMO Una delle zone più disagiate è quella di via Borgovico

Via Bixio, Como bloccata,

40 minuti per 6 chilometri

Da via Milano a Ponte Chiasso: nelle ore di punta fino a quattro volte i tempi di viaggio ordinari Domani forse la riapertura di una corsia

Non si sblocca la situazione in via Nino Bixio. A quattro giorni dalla frana che ha causato il crollo parziale di un muro la strada rimane ancora chiusa; il divieto completo di transito continuerà infatti ancora per tutta la giornata di oggi, anche se i tecnici sono al lavoro per cercare di riaprirla parzialmente istituendo prima possibile – forse già domani ma il condizionale è d’obbligo viste anche le previsioni meteo poco favorevoli – un senso unico alternato.

Intanto ieri è stata un’altra giornata di caos sulle strade cittadine: lunghi incolonnamenti sono stati registrati sia in entrata che in uscita dalla convalle, con tempi di percorrenza che hanno raggiunto anche l’ora e mezza per attraversare il capoluogo da nord a sud. Gli orari più critici quelli di punta, in particolare la mattina prima delle 9 ed il tardo pomeriggio in concomitanza con il rientro dei frontalieri.

Per avere un quadro più preciso di quali siano i disagi, ieri abbiamo anche fatto un test in presa diretta della situazione traffico: siamo partiti in auto da via Milano e abbiamo fatto un viaggio andata e ritorno fino all’estrema periferia nord, ovvero Ponte Chiasso. Partenza alle 12.45, come se dovessimo recuperare un figlio all’uscita da scuola; un orario solitamente abbastanza tranquillo che però, con la chiusura della Panoramica, si è trasformato in una piccola odissea (seppur con tempi nettamente inferiori a quelli che servono alla mattina tra le 7 e le 9 a fare lo stesso percorso). Un tragitto di 5,9 chilometri per il quale ci sono serviti più di 40 minuti. Se la tangenziale, fino allo stadio, l’abbiamo infatti percorsa in poco più di 10 minuti, ce ne sono serviti altri 13 per fare le poche decine di metri che separano il Sinigaglia da piazza Santa Teresa e ulteriori 8 per arrivare in fondo alla via Borgovico. Senza problemi, invece, la salita lungo la via Bellinzona. Ancora più lento, poi, il ritorno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA