Villa Olmo, rinviata la riapertura  «Parco e giardini pronti a maggio»
La situazione attuale del parco di Villa Olmo

Villa Olmo, rinviata la riapertura

«Parco e giardini pronti a maggio»

Retromarcia del Comune che aveva annunciato l’apertura del parterre prima di Pasqua

La riapertura dei giardini di Villa Olmo nell’area verso il lago era stata annunciata a più riprese dal Comune. Lo aveva detto il sindaco Mario Landriscina, come pure gli assessori Vincenzo Bella (Lavori pubblici) e Marco Galli (Parchi e giardini). E fino all’inizio della settimana era prevista la riapertura, ma con le aiuole circondate dalle reti metalliche per evitare che venissero calpestate (così come aveva richiesto il progettista dell’intervento), ma nelle ultime 48 ore è cambiato tutto.

Dagli uffici sono infatti arrivate comunicazioni differenti con le quali, in sintesi, si diceva che la riapertura non sarebbe stata possibile e che i costi delle recinzioni provvisorie sarebbero stati molto alti (si parla di alcune migliaia di euro). E proprio ieri mattina in giunta è stato comunicato che non c’era nulla da fare e che i giardini resteranno aperti esattamente come nell’ultimo anno, quindi con il solo camminamento a ridosso del lago.

Più di un malumore dalla parte politica nei confronti degli uffici, che hanno di fatto stoppato la richiesta. L’assessore Galli ammette che «sicuramente avremmo preferito riuscire ad aprire per Pasqua» ma spiega anche che «lo spazio aggiuntivo per le passeggiate sarebbe stato solo il percorso centrale ed è necessario preservare il verde che è molto indietro viste le condizioni climatiche delle ultime settimane». A questo punto l’ipotesi di rimozione di tutte le barriere è quella «di fine maggio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA