“Aida” al Sociale
nel segno
di Verdi e Zeffirelli

Questa sera e domenica pomeriggio a Como nell’allestimento che il regista creò per il bicentenario verdiano

“Aida” al Sociale nel segno di Verdi e Zeffirelli
“Aida”
(Foto di Alessia Santambrogio)

Era il 2001 quando Franco Zeffirelli creava, in occasione del bicentenario verdiano, un’edizione di “Aida” appositamente pensata per la bomboniera del Teatro di Busseto.

Un allestimento fortunatissimo, che Teatro Regio di Parma e Teatri di OperaLombardia hanno ripreso affidandolo a Stefano Trespidi, con i costumi di Anna Anni ripresi da Lorena Marin, le luci di Fiammetta Baldiserri, la coreografia di Luc Bouy, sul podio dell’Orchestra dei Pomeriggi Musicali Francesco Cilluffo e, a dirigere il Coro di OperaLombardia, il maestro Diego Maccagnola, che approda in Teatro Sociale a Como oggi, venerdì 29 novembre, alle 20 (turno A) e domenica 1 dicembre alle 15.30 (turno B), accompagnato da un robusto consenso già ottenuto nelle scorse due settimane al Ponchielli di Cremona e al Fraschini di Pavia.

Il cast in palcoscenico, composto dall’Aida di Maria Teresa Leva e dal Radamès di Samuele Simoncini con Amneris Cristina Melis, Amonasro Leon Kim, Ramfis Fabrizio Beggi, il Re d’Egitto Francesco Milanese, la sacerdotessa Teresa Di Bari e il messaggero Alessandro Mundula, si stacca dalla “grandeur” tradizionale fatta seguire alla destinazione di Aida, composta da Giuseppe Verdi nel 1871 per l’inaugurazione del Teatro dell’Opera del Cairo del 24 dicembre di quell’anno, assumendo, nel solco della maestria zeffirelliana, un focus espressivo concentrato sulla struggente storia d’amore immaginata sulle rive del Nilo e sulle individualità dei personaggi.

“Aida” è la quarta opera in cartellone per questa Stagione lirica del Teatro Sociale. Dopo la prima di stasera, praticamente sold out, il melodramma verrà riproposto domenica 1° dicembre in matinée alle 15.30. Gli ultimi biglietti per la replica sono disponibili alle casse di piazza Verdi e on line a 55 euro (platea e palchi), 26 euro (IV galleria parapetto), 24 euro (V galleria, parapetto), 19 euro (IV galleria, ranghi) e 16 euro (V galleria, ranghi). Riduzioni e convenzioni “in teatro” a 15 euro. I biglietti sono acquistabili alle casse del Teatro Sociale, in piazza Verdi 1, oggi dalle 16 alle 20, domani dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18. È possibile acquistare i biglietti anche on line attraverso il sito biglietteria.aslico.org. La stagione lirica del Teatro Sociale si completerà a gennaio con due opere brevi, in scena sabato 10 alle 20 e domenica 12 alle 15.30: la commedia musicale di Maurice Ravel “L’heure espagnole” e l’opera comica in un atto di Giacomo Puccini “Gianni Schicchi”.

Nell’edizione de La Provincia in edicola venerdì 29 novembre una doppia pagina speciale dedicata ad “Aida” con le interviste di Stefano Lamon e Sara Cerrato al regista Stefano Trespidi e al direttore d’orchestra Francesco Cilluffo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True