Mercoledì 28 Maggio 2014

Al Gloria di Como

30 ore di musica alternativa

L’Orchestrina del Suonatore Jones in una foto d’archivio

La vita dello Spazio Gloria, la storica sala cinematografica sede del circolo Arci Xanadù, non è mai stata facile, ma questo centro polifunzionale resiste… gloriosamente, è il caso di dirlo, nonostante le difficoltà economiche acuite dalla crisi.

Venerdì 6 e sabato 7 giugno si terrà l’ormai tradizionale appuntamento con le “30 ore per il Gloria”, una manifestazione che vede sfilare il meglio della musica alternativa comasca per sostenere le attività dello Spazio di via Varesina 72, portando a termine la stagione invernale e lasciando spazio alle attività esterne come il cinema all’aperto in piazza Martinelli con il cartellone di “35 mm sotto al cielo” e quello itinerante per il territorio di “Tra la luna e le stelle”.

Onore a “Freak” Antoni

Anche quest’anno sono numerosissime le realtà comasche che hanno aderito all’iniziativa che sarà dedicata a Roberto “Freak” Antoni, la voce degli Skiantos, artista impareggiabile e funambolico, scomparso recentemente.

Sarà ricordato anche da un video che verrà proiettato in occasione della manifestazione. La scaletta delle esibizioni della due giorni non è ancora definitiva, ma ci sono già i nomi degli artisti che si esibiranno.

Ci sarà il cantautore canturino Andrea Parodi, che da tanti anni alterna all’attività artistica anche quella di organizzatore di concerti e tour soprattutto di artisti internazionali.

Ci saranno i varesini Trenincorsa che, il 13 giugno, apriranno il grande concerto di Davide Van De Sfroos all’Ippodromo di Milano. Ci saranno grandi amici del Gloria e del circolo Arci Xanadù come i 7Grani, che non mancheranno di portare una ventata di irriverente allegria, Riccardo Franchi e l’Orchestrina del Suonatore Jones, che ogni anno, proprio su quel palco, conducono uno degli appuntamenti più attesi, l’omaggio a Fabrizio De André, il gruppo di musica popolare D’Altrocanto, che è stato più volte ospite della storica sala, il chitarrista e sitarista Flavio Minardo, il duo Dumanbass, con il suo recupero della canzone milanese.

© riproduzione riservata