Alla Fiera del libro le poesie di Savogin  E incontri sulla seta e su piazza Cavour
Simone Savogin con il suo libro

Alla Fiera del libro le poesie di Savogin

E incontri sulla seta e su piazza Cavour

Nel pomeriggio di giovedì 29 agosto lo slammer reduce dal successo di Italia’s got talent e la sera due temi forti locali

Se la Fiera del libro si tiene in piazza Cavour è perché... esiste piazza Cavour: può sembrare lapalissiano, ma non bisogna dimenticare che la tensostruttura allestita fino all’8 settembre poggia su quello che, per secoli, è stato il porto di Como. È “il salotto buono” della città da 150 anni esatti, una ricorrenza che verrà celebrata stasera alle 21 nell’incontro con lo storico ed editore Fabio Cani che presenterà il volume “Il salotto mai finito. Storia di piazza Cavour a Como” assieme al giornalista Alberto Longatti e al fotoreporter Enzo Pifferi.

Ed è solo uno dei numerosi appuntamenti ospitati anche oggi proprio in piazza Cavour. Si parte alle 16 con le “Poesie in libertà” a cura del Gruppo Letterario Acarya, seguite, alle 16.30, dalla fiaba “Il primo raggio di sole” di Paola Minussi.

Alle 17 Simone Savogin, tra i principali esponenti di “Poetry slam” italiani, parla di “Scriverò finché avrò voce” con la giornalista Dalila Lattanzi.

Alle 18 i frammenti dal Diario di Felicetta Confessore raccolti ne “L’ospite indesiderato” con Rosa De Rosa e Anna Peverelli. Alle 20.30 altri due saggi, incentrati sulla seta: “Cesare Beccaria e l’industria serica comasca” e “I lavoratori della seta nella Lombardia austriaca” sono il frutto di laboriose ricerche su una delle più fiorenti industrie del comasco, a opera di Fabrizio Cartocci. In conclusione, dopo l’incontro su piazza Cavour, il consueto “Notturno” delle 22, stasera affidato alla giornalista Elena Roda.n 
Alessio Brunialti


© RIPRODUZIONE RISERVATA