Appello per ritrovare l“Orgoglio” comasco
La pagina de “L’Ordine dedicata al film Orgoglio

Appello per ritrovare
l“Orgoglio” comasco

Domenica su “L’Ordine” la storia dell’unico film prodotto da industriali locali. Girato nel ’38 tocca temi attualissimi (tessile, innovazione tecnologica e bellezza lacustre). C’è chi è pronto a restaurarlo, ma nelle cineteche non si trova

Il numero de “L’Ordine” in edicola domani (domenica 3 maggio) gratuitamente con “La Provincia” sarà in buona parte dedicato, nel settantesimo della “dichiarazione Schuman” che diede il “la” al processo di unione tra gli Stati del Vecchio Continente, a uno sguardo ampio sull’Europa di ieri e di oggi, dalle scelte politiche a quelle televisive, per non rischiare di chiuderci in noi stessi, divorati da una distruttiva rabbia.
Ma si segnala anche una pagina locale particolarmente interessante: contiene la storia, scritta da Pietro Berra, curatore de “L’Ordine” delle guide cineturistiche ufficiali del lago di Como e della Lombardia, dell’unico film prodotto in oltre 120 anni di cinema da industriali comaschi. In titolo è fortemente evocativo: “Orgoglio”. Fu diretto nel 1938 dal regista torinese Marco Elter, ma la sua trama, elaborata da un soggetto scritto dall’allora direttore de “La Provincia Silvio Maurano, è attualissima. Intreccia, infatti, tradizione tessile, innovazione tecnologica e splendidi paesaggi lacustri.Proprio per questo suscita interesse al punto che ci sarebbero persone del mondo serico lariano pronte a intervenire per restaurarlo, ma la pellicola non si riesce a trovare nelle cineteche nazionali. Non resta, quindi, che fare passaparola e approfondire le ricerche sul territorio, a partire dalle famiglie degli eredi dei “capitani coraggiosi” che produssero il film.
L’intero archivio dei precedenti numeri de “L’Ordine” è consultabile gratuitamente, previa registrazione, all’indirizzo http://ordine.laprovincia.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA