Como, il 25 Aprile? Una giornata di poesia
La giornata di teatro civile si adegua alle limitazioni imposte dai decreti anti.coronavirus

Como, il 25 Aprile?
Una giornata di poesia

La rassegna di teatro civile del Gruppo Popolare sabato sul web con un taglio particolare

Sabato, in occasione del 25 Aprile, Festa della Liberazione dal nazifascismo, la sesta edizione della manifestazione “Una giornata di teatro civile”, indetta da TeatroGruppo Popolare vivrà uno dei suoi momenti più importanti. Naturalmente, tutto, avverrà sul web, a causa delle restrizioni dovute alla pandemia. Il 25 Aprile sarà, in particolare, la Giornata dedicata al genere della poesia civile.

Tutti gli eventi che si succederanno nell’arco di sabato sono stati creati in collaborazione con un folto gruppo di organizzatori di eventi culturali. Ci saranno Pietro Berra e l’associazione Sentiero dei sogni, Laura Garavaglia e La casa della poesia di Como, l’associazione Oltre il giardino, Attori e Operatori culturali di Como.

L’evento ha il patrocinio del Consiglio della Regione Lombardia e di Bcc Cassa Rurale ed Artigiana di Cantù. Non potendo prevedere momenti di incontro reale tra le persone, la poesia sceglie come strumento di trasmissione la modalità tecnologica. Non si snatura però il messaggio che si vuole lanciare, per trovarsi virtualmente per riflettere, confrontarsi, fare cultura e promuovere la partecipazione.

Il programma preparato dagli ideatori è molto ricco e per seguirlo, interamente o in parte, basterà connettersi alle ore indicate sul canale Youtube di TeatroGruppo Popolare. I video saranno accessibili anche dal sito della compagnia comasca www.teatrogruppopopolare.it o dalla pagina Facebook TeatroGruppo Popolare e anche dal canale Instagram Teatrogruppopopolare, oltre che dai canali di comunicazione dell’associazione Sentiero dei sogni.

C’è dunque ampia scelta, sia per il tipo di connessione che per gli eventi. Si parte alle 11, con “Poesia al buio”. Si tratta di un momento suggestivo che si sarebbe dovuto realizzare nella sala di TeatroGruppo Popolare appositamente prevista nel buio. Si chiederà, per quanto possibile, allo spettatore di collegarsi in una condizione di penombra, per privilegiare gli altri sensi rispetto alla vista. Tema di questa “poesia al buio” sarà l’opera di Omero. Alle 15, sarà la volta di “Poesia bambina”, con poesie di bambini per bambini. Alcune saranno di strettissima attualità e racconteranno la vita al tempo del coronavirus. Si va poi alle 17, quando potremo partecipare a “Poesia da slegare”, dedicata a tutti quegli autori, in primis Alda Merini, giudicati malati e diversi dalla società, hanno elevato il loro canto visionario che ci costringe a guardare oltre le certezze.

Alle 18, sarà la volta di “Poesia migrante” dedicata alla voce di chi spesso vediamo solo come ospiti scomodi e che invece vale la pena di ascoltare come portatori di vissuti, esperienze, odissee dolorose. Il pomeriggio finirà con “Poesia dal teatro” in cui i teatranti comaschi saranno presenti insieme ma distanti, in attesa di tornare a porsi in carne ed ossa davanti al pubblico, magari anche in quel progetto della rappresentazione corale di “Le Troiane” di Euripide, lanciato, qualche settimana fa da Giuseppe Adduci. Alle 21, infine, la ricca Giornata di Poesia Civile, si chiuderà con “Poetry Slam – con la poesia si gioca”.

Protagonista sarà Davide Passoni per una vera e propria sfida di parole. Informazioni: [email protected] o 3387985708 o 3493326423. Il sito è www.teatrogruppopopolare.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA