Como, la lirica saluta con “L’heure espagnole”  e “Gianni Schicchi”
L’allestimento di “Gianni Schicchi” di Puccini (Foto by Umberto Favretto)

Como, la lirica saluta
con “L’heure espagnole”

e “Gianni Schicchi”

Stasera, venerdì 10 gennaio, e domenica pomeriggio l’accoppiata delle opere di Ravel e Puccini a chiusura della stagione 2019-2020

“L’heure espagnole” di Maurice Ravel e “Gianni Schicchi” di Giacomo Puccini si incontrano stasera, venerdì 10 gennaio, (ore 20) e domenica pomeriggio (ore 15,30) al Teatro Sociale di Como per l’appuntamento di chiusura della stagione lirica 2019/2020. Ironia, raffinatezza, brio e tutta l’originalità compositiva del primo Novecento fanno il paio nell’accostamento con il quale AsLiCo e il circuito del teatri di tradizione regionali OperaLombardia prestano fede a loro stessi, all’insegna di andare oltre le convenzioni, stuzzicare l’intelligenza del pubblico, guardar lontano puntando in alto verso quella Luna di sogno e di creatività che fa il tema della Stagione Notte di quest’anno al Sociale.

Dominati dal tema dell’ironia e del tempo – quello del protagonista, orologiaio, in Ravel; quello del fluire della vita in Puccini – i due atti unici hanno molte più cose in comune di quanto l’etichetta di abbinamento irrituale li annuncia nei programmi del Sociale, anche grazie alle scelte compiute nella nuova produzione dal regista Carmelo Rifici, con le scene di Guido Buganza, i costumi di Margherita Baldoni, le luci di Fiammetta Baldiserri, e dalla direzione musicale del maestro Sergio Alapont.

“L’heure espagnole”

“L’heure espagnole”
(Foto by Umberto Favretto)

I due atti unici “L’heure espagnole” di Ravel e “Gianni Schicchi” di Puccini, in scena stasera e domenica, costituiscono come detto l’ultimo appuntamento della “Stagione lirica”.

I biglietti per la prima sono in vendita a 60 euro (platea e palchi), 30 euro (IV galleria parapetto), 27 euro (V galleria, parapetto), 20 euro (IV galleria, ranghi) e 17 euro (V galleria, ranghi) alle casse di piazza Verdi 1. I biglietti per il matinée domenicale costano 55 euro (platea e palchi), 26 euro (IV galleria parapetto), 24 euro (V galleria, parapetto), 19 euro (IV galleria, ranghi) e 16 euro (V galleria, ranghi). Riduzioni e convenzioni “in teatro” a 15 euro.

Prossimamente due eventi legati al progetto per la produzione di opere liriche introdotte da percorsi didattici “Opera domani” con “Rigoletto. I misteri del teatro” il 15 febbraio alle 16 e alle 20.30, e “Opera crime (Delitto all’Opera)” con musica di Enrico Melozzi, sempre tratto dal capolavoro verdiano venerdì 21 febbraio alle 20.30.

Con La Provincia in edicola venerdì 10 gennaio una doppia pagina speciale con gli articoli di Stefano Lamon, Sara Cerrato e Alessio Brunialti e le interviste a regista e direttore d’orchestra


© RIPRODUZIONE RISERVATA