Mercoledì 13 Novembre 2013

Con il rap nel sangue

Arriva Gué Pequeno

La locandina del tour di Gué Pequeno: in gennaio a Milano

Continua a raccogliere consensi il tour di Gué Pequeno, atteso venerdì sera in una tappa oltre frontiera, al Garage di via Stazione a Castione, nel Canton Ticino, nei pressi di Bellinzona (biglietti da 23 a 35 franchi, infoline004191-829.28.72 e www.garagemusic.ch).

Il locale svizzero sta notevolmente rilanciando la musica dal vivo nei club, tra rap, pop e rock.

Dopo i successi con i Club Dogo, formazione con la quale ha dettato le regole dell’hip hop italiano, per Gué Pequeno è arrivato il momento del secondo album da solista: “Bravo Ragazzo”, pubblicato dal rapper per la multinazionale Universal il giugno scorso e ideale seguito de “Il ragazzo d’oro”, disco con il quale, nel 2011, Pequeno aveva debuttato come solista.

Il lavoro, grazie alle oltre trentamila copie vendute, è già disco d’oro e continua a veleggiare nelle posizioni privilegiate della classifica.

Nella tracklist dell’album compaiono i featuring con Fabri Fibra, la britannica Arlissa, Fedez, Emis Killa, Marracash, Jake La Furia, Ensi, Ntò, Julia Lenti, Caprice e Tormento, oltre ai migliori produttori della scena italiana e internazionale.

La scena hip hop di casa nostra è in continua evoluzione e in questo momento di grande esposizione mediatica tende a fare gruppo per tenere alto il vessillo del rap, pur non mancando voci fuori dal coro e polemiche tra questo e quell’interprete, retroscena che da sempre caratterizzano un genere fortemente basato sul confronto e sulla dialettica verbale, anche giù dal palco e a distanza. Gué Pequeno è comunque un punto di riferimento per molti dei colleghi più giovani che guardano ai Club Dogo come pionieri e ispiratori.

I singoli “Business” e “Rose Nere” hanno avuto un ottimo riscontro radiofonico, mentre ha raccolto non pochi consensi la traccia che dà il titolo all’album, “Bravo Ragazzo”.

Alla metà del settembre scorso, infine, è stato pubblicato un altro singolo dalle caratteristiche inedite, “Brivido”, il quinto estratto dal disco.

Il brano vanta la partecipazione di Marracash, altra riconosciuta e seguita stella del firmamento rap tricolore.

In contemporanea, nonostante i successi di massa, Pequeno continua la sua attività come responsabile dell’etichetta Tanta Roba, fondata insieme a DJ Harsh (al momento il marchio ha sotto contratto artisti del rap italiano come Ensi, Salmo, Gemitaiz e il gruppo Troupe D’Elite) e la produzione di mixtape più “underground” come il “Fastlife Mixtape Vol. 3”, frutto della collaborazione con DJ Harsh e altri campioni italiani del genere come Emis Killa, Fedez, Salmo, Gemitaiz e Daniele Vit.

All’anagrafe di Milano, città nella quale è nato nel giorno di Natale dell’anno 1980, il suo nome è Cosimo Fini, ma adesso, oltre che con quello popolarissimo di Gué Pequeno, è meglio conosciuto con gli pseudonimi Il Guercio o Lucky Luciano. Ha il rap nel sangue.

Fabio Borghetti

© riproduzione riservata