Design Fair: torna a Como  la vetrina della creatività
Margherita Ratti, curatrice della Lake Como Design Fair (Foto by Andrea butti)

Design Fair: torna a Como

la vetrina della creatività

Da oggi a domenica nel Ridotto del Sociale e al Broletto la seconda edizione della rassegna curata da Margherita Ratti: tante le novità

Saranno le sale affrescate del Ridotto del Teatro Sociale di Como e il Palazzo del Broletto ad accogliere la seconda edizione di Lake Como Design Fair : in programma da oggi a domenica, l’evento è ideato da Margherita Ratti - consulente di design, esperta in strategie di comunicazione e relazioni pubbliche e anticipatrice di novità - e dalla stessa curato con Andreas Kofler, architetto urbanista, scrittore freelance e curatore del Museo svizzero di architettura (Sam) di Basilea.

Il design contemporaneo è di nuovo protagonista della manifestazione con una nuova sezione interamente dedicata all’architettura con disegni, modelli, fotografie e artefatti artistici realizzati dagli architetti o interpretati dai fotografi contemporanei. Il colore sarà il tema comune, 120 gli oggetti in esposizione: manufatti unici a cura di designer indipendenti quali Draga&Aurel, Colucci&Colucci, Gupica, Max Lipsey, D’STUD’IO, Roger Coll, Markus Friedich Staab, Miguel Leiro, Emma Cogné, Mathieu Peyroulet Ghillini, Gianluca Landoni, Barbera-Madelli, Maria Tyakina.

L’allestimento della Lake Como Design Fair 2018 al Teatro Sociale

L’allestimento della Lake Como Design Fair 2018 al Teatro Sociale
(Foto by Andrea Butti)

Un’importante presenza sarà anche quella di numerose aziende, per le quali i prodotti sono stati realizzati, e di editori: Piero Lissoni, Living Divani, Philippe Nigro, Manerba, Sottsass Associati, Segis, Andrea, Anastasio, Et al, Maddalena Casadei, Fucina, Emanuele Magini, Campeggi, Pretziada, JCP, Bloc Studios, Marimar con Giorgio Bonaguro, Eligo Studio. Per approfondire la conoscenza delle opere in mostra - tutte in vendita - è stata realizzata una pubblicazione contenente testi critici scritti dal designer Matteo Pirola e dallo stesso Kofler. Tra le tante, é sicuramente di impatto l’installazione che accoglierà i visitatori nel corridoio di accesso alle sale del teatro: “Insieme ordinato di aste, oggetto multifunzionale” dell’architetto Marco Balzarotti con la collaborazione degli architetti Emanuela Ragazzoni e Stefano Porro e di Gianluca Pugno.

Molte delle opere sono state create ad hoc per la fiera, altre sono rivisitazioni declinate in base al tema. I curatori hanno sottolineato la volontà di portare in città una prima fiera dedicata all’architettura con una soluzione espositiva diversa da quelle canoniche e con oggetti che sono anche afunzionali; la scelta dei luoghi che la accolgono punta in questa direzione: vicini nello spazio, lontani per epoca storica e, per quanto riguarda le sale del teatro, non sempre accessibili.

Visite guidate

Attorno a Lake Como Design Fair ruota anche molto altro: l’Ordine degli Architetti Ppc della Provincia di Como organizzerà – nelle giornate di sabato e domenica alle 10.30 e alle 16.30 - visite guidate gratuite ai monumenti del razionalismo e aprirà al pubblico l’esposizione permanente di cartoline del progetto Fisionomie Lariane al Novocomum. Le visite guidate sono solo il primo tassello di un progetto ampio e articolato in via di svolgimento che vede la collaborazione della Commissione Cultura dell’Ordine degli Architetti PPC con Comune di Como, Archivio Cattaneo, Accademia di Belle Arti Aldo Galli-Ied e Associazione degli Albergatori di Confcommercio Como. L’apertura al pubblico è prevista da oggi a domenica (10 - 19), con ingresso a dieci euro; dalle 19.30 alle 21.30 di domani è prevista anche una visita in notturna con ingresso a venti euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA