È arrivata la “Lunga notte del jazz”: Rava, il Voltage Trio e un mondo intorno

Eventi Per il Festival “Como città della musica”, oggi 15 luglio un appuntamento che va oltre l’Arena del Sociale. Concerto alle 21,30 con il prestigioso ospite ma anche jam session in diversi punti della città

È arrivata la “Lunga notte del jazz”: Rava, il Voltage Trio e un mondo intorno
L’Arena del Sociale illuminata per il Festival “Como città della musica”
(Foto di Andrea Butti)

È una “Lunga notte del jazz” per il “Festival Como città della musica” che oggi, venerdì 15 luglio, non si limita a proporre un concerto nell’Arena del Teatro Sociale – che, naturalmente, ci sarà, alle 21.30 – ma lo circonderà di altre performance prima e dopo, proponendo agli appassionato, ma anche a tutti i comaschi e ai turisti un percorso nel segno delle note.

Per il mondo

Sul palco principale si esibirà il Voltage Trio di Bebo Ferra, che schiera attorno al leader alla chitarra l’organo Hammond e il pianoforte di Gianluca Di Ienno e la batteria di Nicola Angelucci, con un ospite davvero straordinario. Enrico Rava è il più importante jazzista italiano a livello internazionale.

Triestino di nascita, ma cittadino musicale del mondo, ha iniziato la sua carriera come trombettista a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta, ha viaggiato per il mondo, soprattutto in Argentina e negli Usa, suonando con tutti i più grandi jazzisti. Da Gato Barbieri a Pat Metheny passando per Steve Lacy, Carla Bley, Lee Konitz, Michel Petrucciani, John Abercrombie, Joe Henderson, Paul Motian, Richard Galliano, Miroslav Vitous, Joe Lovano, Roswell Rudd... L’elenco è lunghissimo così come non si contano i musicisti italiani che ha scoperto e con cui ha lavorato.

Stasera presterà il suo flicorno al trio guidato da Ferra che, così, ripete l’exploit dello scorso anno, quando portò alla manifestazione Paolo Fresu. Docente del Conservatorio di Como, il musicista sardo vanta una lunga carriera che lo ha visto spaziare tra gli stili e le formazioni, affermandosi come un punto di riferimento per la chitarra. Ma, come si diceva, questo, che è già tantissimo, non è tutto: prima e dopo il concerto, dalle 18.30 a mezzanotte, sarà possibile assistere alla jam session di differenti band in diverse parti della città, tutte a ingresso gratuito.

Hangar

Alle 18.30 apre la serata all’Aero Club Como il Carlo Uboldi Movies Jazz Trio con musiche tratte dal grande cinema, come le colonne sonore di “Il giorno del vino e delle rose”, “Orfeo negro”, “Mentre Parigi dorme”, ma anche “Biancaneve e i sette nani” (è nota la passione del leader per il mondo Disney, anche a livello musicale e non bisogna dimenticare che “Someday my prince will come” è uno standard nel repertorio di grandissimi come Miles Davis).

Con il leader al pianoforte, Antonio Cervellino al contrabbasso e Marco Caputo alla batteria. Alle 19.30 in piazza San Fedele le improvvisazioni dei giovani Riccardo Curcio al vibrafono e Francesco Gisondi alla batteria. Alle 20 all’Ostello Bello di viale fratelli Rosselli 9 ancora standard con i Tea For Two che schierano Marco Mottadelli alla chitarra, Paola Di Pietro al sax e Stefano Milia al contrabbasso. Gran finale dalle 23 al Giulietta al Lago di viale Geno con il repertorio eterogeneo del trio Unlocked di Riccardo Curcio al vibrafono, Elisa Simonetto alla chitarra elettrica e Francesco Gisondi alla batteria.

Biglietti per il concerto in Arena in vendita a 20 euro, tutti gli altri eventi sono gratuiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True