Giovedì 12 Settembre 2013

Il Cineforum di Como

festeggia così i 60 anni

Una scena di “Moonrise Kingdom” di Wes AndersonLa locandina del film laico sulla fede “L’amore inatteso” di Anne Giafferi che, il 7 ottobre, sarà introdotto al pubblico della rassegna cittadina dal vescovo di Como, monsignor Diego Coletti Non mancherà nel programma delle proiezioni de Cineforum di Como al cinema Astra in viale Giulio Cesare il film “Quartet” di Dustin Hoffman

Il Cineforum di Como si appresta a doppiare l’edizione numero 60.

Una storia della cui longevità va dato atto al pubblico dei soci della rassegna che nei primi anni Cinquanta del secolo scorso aveva raccolto il testimone di un Circolo del cinema pionieristico - non a Como, in Italia - trovando poi risorse e ricambio necessari per non recedere dal progetto che alla vigilia della stagione 2013-2014 trova nel tondo anniversario un’occasione «per riflettere sul futuro del cinema, ma anche per celebrarlo anzitutto con la qualità del cartellone» assicura don Tiziano Raffaini, che ne è responsabile.

Poi, con una serie di iniziative, dalle serate-evento con ospiti autorevoli al premio alla memoria dell’indimenticato don Enrico Malinverno, da una pubblicazione dedicata alla ricorrenza sessantennale a un’appendice del Cineforum, al posto della consueta “coda”, con i 10 film più apprezzati dai soci sull’arco delle ultime 25 edizioni della rassegna.

E non senza sorprese nel programma ufficiale che si inaugurerà in ottobre con “L’amore inatteso” di Anne Giafferi, la storia - vera - di una conversione: un film laico sulla fede che il 7 ottobre sarà introdotto dal vescovo di Como, monsignor Diego Coletti.

Il presule animerà anche la discussione, secondo un modello considerato irrinunciabile, riservando «particolare attenzione, come sempre, alla spiritualità»: non per caso a concludere la prima tranche del Cineforum sarà, all’inizio di dicembre, “Le stelle inquiete” di Emanuela Piovano che mette in scena la filosofa Simone Weil.

Gli altri film in programma quest’anno sono “Quartet” di Dustin Hoffman, “Noi siamo infinito” di Stephen Chbosky, “Il figlio dell’altra” di Lorrain Lévy, “Viva la libertà” di Roberto Andò, “Il re della terra selvaggia” di Benh Zeitlin, “Moonrise Kingdom” di Wess Anderson e “Nella casa” di François Ozon.

Tutte le proiezioni si terranno al cinema Astra di viale Giulio Cesare 3 (tel. 031-26.12.34) a Como, il lunedì alle 21, il martedì alle 15.30 e alle 21, il mercoledì alle 15.30, turni che in caso di necessità sono interscambiabili, così come le tessere (invariato il costo, 90 euro per 22 film più 1: le iscrizioni sono aperte in via Rodari 1, telefono 031-30.01.31) che si possono prestare senza complicazioni a familiari o amici.

E si rinnova la proposta della tessera a prezzo speciale per i giovani dai 16 ai 25 anni: 60 euro.

© riproduzione riservata