La “Città della Musica” si accende  Al Grumello un’alba da non perdere
L’alba al Grumello

La “Città della Musica” si accende

Al Grumello un’alba da non perdere

Como: l’atteso appuntamento del Festival domattina con i violinisti Fabrizio Falasca e Gabriele Pieranunzi

Una domenica intensa, densa di appuntamenti “Intorno al Festival Como Città della Musica” iniziare da quello che, forse, è il più atteso: il concerto all’alba a Villa del Grumello. Domattina, alle 5.15 si sfideranno i violinisti Fabrizio Falasca e Gabriele Pieranunzi, impegnati da pagine di Halvorsen, Leclair, Piazzolla, Prokofiev e Spohr. Ogni anno è in crescita il pubblico di questa iniziativa: quasi cinquecento spettatori assiepati ovunque nel meraviglioso giardino per un’occasione che resta davvero nella memoria (in caso di maltempo all’interno della struttura).

E Villa del Grumello, sempre domani, ospiterà tutta una serie di spettacoli legati che intrecciano musica e infanzia nel segno de “L’elisir d’amore” di Donizetti. Alle 11 “Elisir. Magia dolceamara”, ideato da Federica Falasconi per “Opera baby” con la regia di Eleonora Moro e adatto a bambini da 0 a 3 anni. Per quelli dai 3 ai 6 anni alle 17 c’è “L’elisir d’amore. Pene di cuore del coniglio Nemorino”, un adattamento sempre firmato da Federica Falasconi per “Opera kids”, questa volta per la regia di Luana Gramegna con una merenda musicale nel parco.

E non è tutto: in due momenti, alle 10.15 e alle 16.15, prima degli spettacoli, letture per bambini in collaborazione con le associazioni Famiglie in Cammino, Asylum, Auser e La scuola fa centro (tutti gli eventi del Grumello in caso di maltempo si terranno al Teatro Sociale). Sarà, infine, il Duomo, alle 21.30, ad accogliere il pubblico e l’Orchestra 1813 diretta da Matthew Mehaffey per la “Missa in tempore belli” di Franz Joseph Haydn. Ingresso libero per tutti gli eventi
Alessio Brunialti


© RIPRODUZIONE RISERVATA