La musica piange Ezio Bosso:  nel 2016 incantò Como
Ezio Bosso nel 2016 al Sociale di Como (Foto by Carlo Pozzoni)

La musica piange Ezio Bosso:

nel 2016 incantò Como

Il pianista e compositore a 48 anni si è arreso alla malattia neurodegenerativa che gli era stata diagnosticata nel 2011

Gravissimo lutto nel mondo della musica: è morto Ezio Bosso. Il pianista, compositore e direttore d’orchestra aveva 48 anni. Nato a Torino il 13 settembre 1971, viveva da tempo a Bologna. Nel 2011 fu operato per un tumore al cervello e dopo gli fu diagnosticata una malattia neurodegenerativa.

La sua musica è stata commissionata e utilizzata da importanti istituzioni operistiche, come la Wiener Staatsoper, la Royal Opera House, il New York City Ballet, il Teatro Bolshoij di Mosca.

Nel maggio del 2016 aveva incantato con un suo concerto il Teatro Sociale di Como, tutto esaurito per l’occasione. Reduce dal grandissimo successo ottenuto sul palco di Sanremo, dove aveva conquistato l’Italia, Bosso a Como aveva presentato il suo album “The 12th room”.

«Vi chiedo solo una cortesia prima di iniziare – aveva scherzato – vedo tanti telefonini. Bene, ho deciso che ai miei concerti si possono usare, però se qualcuno vi chiama… rispondo io». E a fine serata aggiunse una frase che toccò tutti: «Io sono fortunato perché la musica è una fortuna». QUI il resoconto che BiBazz fece di quella serata indimenticabile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA