La musica? Un verbo al presente  Il “Carducci” apre alle scuole
Antonietta Loffredo

La musica? Un verbo al presente

Il “Carducci” apre alle scuole

Como: stamane nuova lezione per il progetto di musica temporanea: 80 alunni sul palco

Al Carducci è nuovamente tempo di “Musica al presente”. Sul palco del Salone Musa di viale Cavallotti a Como si terrà oggi, sabato 11 maggio, a partire dalle 10 la dodicesima edizione del progetto destinato a valorizzare la musica contemporanea nell’esperienza delle scuole secondarie di primo grado.

Ottanta alunni degli Istituti Comprensivi di Cernobbio e Como Borgovico saliranno in palcoscenico per eseguire i brani composti per loro da Alessandro Mucchi, Asia De Nunzio, Fabio Luppi, Lucrezia Fioritti, Marco Conti, giovani studenti appartenenti alle classi di composizione dei maestri Gian Paolo Luppi e Michele Serra al Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna e Antonio Giacometti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “O. Vecchi - A. Tonelli” di Modena. Per il secondo anno consecutivo, nel progetto in rete coordinato da Antonietta Loffredo (docente di pianoforte presso l’I.C. Cernobbio) sarà presente anche il contributo di un’università giapponese con un brano di Minami Tanigawa, studentessa della classe di composizione del prof. Hisatome Tomoyuki presso la Aichi University of Arts.

Il programma della mattinata, a ingresso libero, prevede anche l’esecuzione di brani scritti da tre giovanissimi compositori comaschi, Jacopo Croci, Giacomo Tumminelli e Danilo Santoriello.

Musica al presente è un’iniziativa ormai radicata nell’attività didattica dei corsi a indirizzo musicale degli istituti aderenti e svolge tenacemente il proprio intento di promuovere la cultura musicale creativa in ambito scolastico.
Stefano Lamon


© RIPRODUZIONE RISERVATA