“L’histoire du soldat” al Carducci

Mercoledì, 22 giugno, nella messa in scena di Luigi Maio

“L’histoire du soldat” al Carducci
“L’histoire du soldat”

Omaggio a Igor Stravinskij nel 140° della nascita del grande compositore russo, ma non solo: mercoledì sera, 22 giugno, alle 21, nella Sala Musa dell’Istituto Carducci, in viale Cavallotti 7, a Como, in occasione della festa della musica, la Fondazione Alessandro Volta offrirà alla città “L’histoire du soldat” nella messa in scena di Luigi Maio che torna a Como un anno dopo il suo spettacolo dantesco, accompagnato da Filippo Bogdanovic al violino, Valeria Serangeli al clarinetto e Federico Manca al pianoforte.

Rappresentante in Italia della Fondation Igor Stravinskij, Maio ha proprio in quest’opera il suo cavallo di battaglia. Apprezzato da Marie Stravinskij, bisnipote del grande compositore russo e presidente della fondazione, è stato chiamato da quest’ultima a esserne il referente per il nostro Paese. Maio è anche il curatore della voce dedicata a questo capolavoro nell’“Abécédaire Igor Stravinskij”, curato dalla stessa Fondazione per le Éditions la Baconnière.

Si tratta di una pièce dal forte valore simbolico: fu concepita dall’autore nel 1918 per essere rappresentata con pochissimi mezzi scenici a causa della Grande guerra. Ingresso libero con iscrizione obbligatoria sulla apposita pagina eventbrite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}