“Opera education” ora parla ai docenti
Fedora Sorrentino e Barbara Minghetti

“Opera education”
ora parla ai docenti

Tre nuovi progetti al via da oggi sulla piattaforma digitale allestita da Aslico e Olo Creative farm

C’è grande fermento nella grande “macchina”, fatta di persone e idee, di Opera education. Oltre alla piattaforma on demand, tempestivamente ideata e messa in piedi da Aslico e Olo Creative Farm, nascono ora nuovi progetti, rivolti, in questo caso, soprattutto ai docenti, al grido di #distantimauniti. Il primo appuntamento è oggi, alle 17, con Francesco Micheli, su Zoom.

«Non ci ferma neppure il lockdown – spiega Barbara Minghetti, responsabile del settore Programmazione e progetti speciali – pienamente attiva la piattaforma on demand con contenuti per Opera domani Home e Opera -9 Home. Da oggi, inoltre, proponiamo tre approfondimenti destinati agli insegnanti di tutta Italia. Vogliamo coinvolgere sempre più le scuole e i docenti, anche a distanza. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i maestri e i professori che stanno svolgendo il proprio lavoro in tempi così difficili».

Dunque, da oggi, parte un calendario di incontri on line che è pensato per gli insegnanti che già partecipano a Opera domani, ma non solo. Potranno aderire infatti anche i docenti di tutta Italia, che vogliano conoscere la piattaforma didattica Aslico. Ci si iscrive scrivendo a [email protected], indicando titolo e data dell’incontro prescelto. Se il numero di iscrizioni fosse superiore ai posti disponibili su Zoom, si potrà seguire tutto su https://www.facebook.com/OperaEducation.AsLiCo/. Come detto, si parte oggi, alle 17, con un momento “a tu per tu” con Francesco Micheli, regista divulgatore e direttore artistico del Festival Donizetti Opera.

«Per noi è un grande piacere e un onore averlo come ospite per il nostro pubblico – spiega Minghetti – Micheli firmò la regia del debutto di Opera domani, nel lontano 1996, con lo spettacolo “L’isola di Merlino”, su musiche di Gluck». Il secondo appuntamento, con le stesse modalità, è martedì 19 maggio con Fabio Sartorelli. L’ospite è docente di Storia della musica al Conservatorio Verdi di Milano e di Guida all’ascolto dell’opera lirica e del balletto all’Accademia del Teatro alla Scala di Milano. Parlerà di Rigoletto, opera scelta per questa edizione. Nel corso dell’incontro si ascolteranno passi dell’opera, registrati o eseguiti al pianoforte.

«Opera education – afferma- è un progetto unico nel suo genere, perché non si limita a illustrare l’opera ai ragazzi, ma li coinvolge a tal punto da rendendoli parte viva dello spettacolo stesso».

Infine, il 22 maggio, sempre alle 17, i partecipanti potranno effettuare una visita virtuale per le strade e nelle piazze della bella Mantova, grazie alla collaborazione con la Cooperativa Charta di Mantova. La visita ci porterà nei luoghi e al tempo della storia di Rigoletto. Naturalmente, tutte queste iniziative sono pensate a favore delle nuove generazioni. Afferma Fedora Sorrentino, presidente di Teatro Sociale – Aslico: «Credo che il nostro ruolo sia quello di creare delle coscienze, aiutare a riconoscere la bellezza. Per far questo, bisogna suscitare la curiosità dei piccoli, che saranno sempre il nostro futuro; non possiamo guardare avanti senza occuparci dei bambini». Per ulteriori info: https://www.operaeducation.org/it/home/.


© RIPRODUZIONE RISERVATA