Opera seria e opera “guitta”
Entrambe oggi a Como

Questa sera all’arena del Sociale l’ultima rappresentazione della “Traviata” - Al Tempio Voltiano il doppio appuntamento con le clownerie di Antonio Vergamini

Opera seria e opera “guitta” Entrambe oggi a Como
Il colpo d’occhio dell’arena del Sociale per “La Traviata”
(Foto di Andrea Butti)

C’è l’opera seria, serissima, “Traviata”, con il suo dramma che appassiona il pubblico da ben 166 anni e che ancora ha commosso all’Arena del Teatro Sociale in questo nuovo allestimento per il Festival Como Città della Musica, ultima replica stasera alle 21.30. È poi c’è l’opera... guitta?

No, forse un’opera così non si è mai vista, ma si vedrà poche ore prima del capolavoro verdiano. Si intitola proprio “Opera guitta” il doppio appuntamento delle 17.15 e delle 19.15 ai giardini a lago nei pressi del Tempio Voltiano e trasporta il melodramma nel mondo della clowneria? Possibile?

Basta non prendersi troppo sul serio e saper scherzare con l’arte, magari approfittando di certe iperboli, di alcune scene madri, di certe arie che il mondo della lirica ci regala e che possono fungere da spunto per una sana risata in musica.

E questa rappresentazione propone una trama non meno ingarbugliata di quelle cui ci hanno abituato tanti compositori e i loro librettisti. Protagonista è Aldina, partita dal granducato di Parma «seguendo le orme dei Savoiardi, perché nella memoria aveva sentito suonare la zampogna da bambina».

Raggiunge la Provenza, dove, per mantenersi, fa il più classico dei doppi lavori: donna barbuta e soprano. Incontrerà Urbano, che se ne andava ramingo per le strade di Francia armato del suo flauto (assolutamente non magico), e Caterina ballerina di poca fortuna. Dopo aver messo assieme i propri talenti e aver provato a sopravvivere con la musica, decidono di diversificare la loro offerta e quindi acquistano «due orsi ammaestrati, quattro scimmie e un cammello», che non possono mancare in ogni opera che si rispetti.

E c’è, sicuramente, tanto rispetto e anche tanto affetto per il mondo della grande lirica in questo simpatico divertissement scritto e diretto da Antonio Vergamini e interpretato da Nicanor Cancellieri, Irene Geninatti Chiolero e Franca Pampaloni con Silvia Laniado. Quello con “Opera guitta” è il secondo degli appuntamenti gratuiti “Intorno al Festival”, che faranno da corona alla manifestazione principale. In caso di maltempo lo spettacolo delle 17.15 si terrà in Teatro Sociale mentre la replica delle 19.15 sarà annullata. Il prossimo appuntamento “Intorno al festival” domani sera alle 22 all’Hangar dell’Aero Club Como con lil grande jazzista Enrico Pieranunzi.

Come detto, stasera (21,30) la terza e ultima rappresentazione de “La Traviata” nell’allestimento realizzato per il festival nell’ambito del progetto 200.com che, da ormai sette anni porta in scena un coro composto da cantanti non professionisti, alcuni dei quali si affacciano al palcoscenico per la prima volta (anche se, naturalmente, ormai ci sono veterane e veterani). Per questa ultima replica sono disponibili solo i posti non numerati a 20 euro che saranno rimborsati in caso di maltempo perché non hanno corrispondenza in teatro, dove si sposterà lo spettacolo in caso di pioggia. Il prossimo appuntamento in Arena giovedì prossimo con l’omaggio a Ennio Morricone. 
Alessio Brunialti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True