Rassegna Comoestate 2015  Filo rosso con il Sol Levante

Rassegna Comoestate 2015

Filo rosso con il Sol Levante

Per festeggiare il quarantesimo anniversario del gemellaggio con la cittadina giapponese di Tokamach i

Guarda verso Oriente, per celebrare il 40° anniversario del gemellaggio di Como con la cittadina giapponese di Tokamachi, la rassegna di teatro musica e cultura “Comoestate” 2015.

Con l’edizione numero diciotto, il cartellone estivo organizzato dalla Compagnia Teatrale “Città di Como”, in collaborazione e con il contributo del Comune di Como, presenta, come sempre, spettacoli teatrali e una minirassegna cinematografica.

Gli appuntamenti si snoderanno tra giugno, luglio e agosto, e avranno luogo, dalle 21.30, nel Cortile di Palazzo Cernezzi, (sede del Municipio), all’aperto. In caso di maltempo, gli spettacoli verranno annullati.

Si parte il 9 giungo con una serata musicale. Il Circolo mandolinistico “Città di Como” proporrà un concerto dal titolo “I Mandolini di Como per Tokamachi”. Il 17 giugno, poi, la compagnia Teatro Babele presenta lo spettacolo “Bushido. La via del guerriero”, ispirato alle regole del codice di condotta morale dei guerrieri samurai.

Il 1 luglio, la parola passa allo sport Si prevede un appuntamento con il karate tradizionale, ad opera del Karate Club Lario

Si torna allo spettacolo poi nelle ultime due repliche della parte teatrale di Comoestate. Il 15 luglio ecco lo spettacolo di teatro e musica dal vivo “Tokyo blues” di Haruki Murakami, proposto dalla compagnia “Baroni rampanti”. Il 22 luglio, infine, va in scena il lavoro teatrale “Tre righe di pensiero” con la Compagnia teatrale “Teatro Ankenò”.

Si passa poi al cinema e in una stagione “nipponica” è d’obbligo l’omaggio a Akira Kurosawa, gigante della cinematografia mondiale. Il 29 luglio verrà proiettato “Il trono di sangue” del 1957, adattamento cinematografico da “Macbeth” di Shakespeare. Seguirà, il 5 agosto “Dersu uzala”, del ’75, ambientato in Siberia. Il 12 agosto, il programma prevede “Kagemusha”, girato nel 1980 e ambientato nel Giappone del Cinquecento. Gli ultimi due appuntamenti sono fissati per il 19 e 26 agosto. Si comincia con “Ran”, che Kurosawa girò nell’85, ispirandosi, ancora una volta, ad un testo del Bardo, “Re Lear”. Il 26 la rassegna si chiude con un noir, del ’63. “Anatomia di un rapimento.

Info: www.teatrocomo.com


© RIPRODUZIONE RISERVATA