Tre giorni con la “Grande Arte”:  il sogno orientale di Van Gogh
“Van Gogh e il Giappone”

Tre giorni con la “Grande Arte”:

il sogno orientale di Van Gogh

Ecco dove vedere, da lunedì, il docufilm “Van Gogh e il Giappone” di David Bickerstaff

Torna nei cinema “La Grande Arte”, con il primo grande evento in programma da domani, lunedì, fino a mercoledì.

Il regista David Bickerstaff porta sugli schermi un nuovo docufilm distribuito da Nexo Digital, dal titolo “Van Gogh e il Giappone”: le lettere dell’artista e le testimonianze di alcuni suoi contemporanei sono la fonte attraverso cui viene raccontato il profondo legame tra Van Gogh e l’arte giapponese.

Un legame da cui è scaturita, in seguito ai viaggi dell’artista nel Paese del Sol Levante, un’importante influenza sulla sua produzione dal 1868 (alla fine del periodo Edo) in poi, quando Parigi venne inondata di arte giapponese sotto forma di oggetti decorativi e stampe in legno colorate chiamate “ukiyo-e”.

Il film è anche l’occasione per un viaggio attraverso l’arte del calligrafo Tomoko Kawao e dell’artista performativo Tatsumi Orimoto, che però tocca anche la Provenza e le sale della mostra ospitata nel 2018 al Van Gogh Museum di Amsterdam.

In programmazione in tutte le sale di Como e provincia: a Cinelandia Como alle 17.40 e alle 20.10 in tutti e tre i giorni, anche alle 22.15 lunedì e martedì; a Cinelandia Arosio Brianza alle 20.10 e alle 22.20 nei primi due giorni, mercoledì solo alle 20.10; all’Uci Cinemas di Montano Lucino alle 18 e alle 20.30; allo Spazio Gloria proiezioni alle 21 di martedì 17 e mercoledì 18 (lunedì 17 torna la rassegna “I lunedì del cinema” con “Il traditore”).
Dalila Lattanzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA