Un dialogo “A due voci”  Musica e filosofia a Como
Il clarinettista Simone Mauri parteciperà all’evento

Un dialogo “A due voci”

Musica e filosofia a Como

Sabato 19 e domenica 20 settembre incontri e performance allo Spazio culturale Antonio Ratti

Musica e parole, note e pensiero, esecuzione e riflessione si intrecciano in “A due voci. Dialoghi di musica e filosofia”: una due giorni di incontri e performance ospitati dallo Spazio culturale Antonio Ratti (ex chiesa di San Francesco) in largo Spallino 1, di fianco al tribunale. Sabato 19 e domenica 20 settembre si alterneranno personalità della filosofia e della musica chiamati a raccolta da Bruno Dal Bon e dai suoi collaboratori della Casa della musica di Como e dell’Università popolare di musica.

“A due voci”, che ha il sostegno dell’assessorato alla cultura del Comune ed è realizzato in collaborazione con Ottonote Edizioni musicali, si aprirà il 19 alle 11 con un confronto tra Giorgio Erle e Markus Ophälder sul tema “Come passa il tempo … ovvero … il tempo passa? Tempo e musica tra Beethoven e Stockhausen” seguito, alle 15, dall’esecuzione delle “Invenzioni a due voci” di Bach eseguite su più strumenti. A seguire Donatella Manara e Rosalba Miceli presenteranno la prima traduzione italiana dell’“Ars Musicae” di De Grocheio, un impegno nato proprio in seno all’Updim. Nell’anno del centenario della morte di Skrjabin, Jean-Yves Clément e Marco Rapetti parleranno de “Il suono della luce”. Un appuntamento d’eccezione alle 20.30 con Cristina Frosini e Massiliano Baggio, tra le massime espressioni italiane dell’arte del duo pianistico, con pagine di Schubert, Nietzsche e Brahms.

Domenica 20 la rassegna si apre alle 10.30 con Nicola Pedone e Carlo Serra per “La voce e lo spazio”. A seguire la canzone popolare di Elsa Albonico e Clara Zucchetti e le sperimentazioni del clarinettista Simone Mauri e del fisarmonicista Flaviano Braga. Nel pomeriggio - dopo un’intersezione con l’iniziativa “Risonanze” a Villa Olmo - Marco Gatto e Federico Nicolaci per “Musica, tra politica e filosofia”, Annarosa Buttarelli e Guido Giannuzzi per “Chi ha paura della melodia?” e, per finire, Maurizio Migliori e Diego Fusaro per “Tra arte e matematica. Le riflessioni di due autori tipicamente occidentali: Platone e Hegel”.

Tutti gli incontri sono a ingresso libero.

Il calendario dettagliato sul sito www.aduevoci.org


© RIPRODUZIONE RISERVATA