Cagno, moria di pesci nel Lanza  Depuratore ancora sotto accusa
Pesci morti galleggiano nel torrente

Cagno, moria di pesci nel Lanza

Depuratore ancora sotto accusa

I residenti hanno visto galleggiare un centinaio di vaironi e trote

L’ennesimo episodio è stato segnalato alle guardie ecologiche del Parco

Ancora una moria di pesci nel Lanza, all’altezza del Mulino del Trotto. Martedì sera i residenti del borgo si sono accorti che c’erano un centinaio di pesci morti , tra trote e vaironi, galleggiavano nel tratto tra lo sbocco del depuratore di Cantello (Va) e i mulini del Trotto e Mazzotti.

Subito è stato lanciato l’allarme alle Guardie ecologiche volontarie del Parco Valle del Lanza e sul posto sono arrivati i tecnici dell’Asl di Varese che hanno prelevato i pesci per le analisi, l’Arpa di Como e la Protezione civile regione Lombardia.

Una storia già vista, che purtroppo si ripete frequentemente. Infatti all’inizio dei quest’anno c’era già stata una moria di pesci nel fiume sempre al Mulino del Trotto e la causa era da imputare a una tubazione più a valle con il troppo pieno della fogna che aveva riempito di liquami il Lanza per un intasamento della fognatura del Comune di Cantello.


© RIPRODUZIONE RISERVATA