Le 380 piastrelle colorate degli alunni  «Basta spaccio di droga nel sottopasso»
Uno scorcio della stazione di Cadorago, frequentata da molti spacciatori di droga

Le 380 piastrelle colorate degli alunni

«Basta spaccio di droga nel sottopasso»

Cadorago I quadrelli preparati dai bambini delle elementari sono un sistema contro il degrado

I bambini delle elementari vogliono riconquistare la stazione e cacciare via lo spaccio e la droga.

A settembre gli alunni delle scuole di Cadorago consegneranno circa 380 quadrelli colorati per piastrellare il sottopasso della fermata dei treni, da anni teatro di loschi giri e cattive frequentazioni.

Il progetto “Una stazione a regola d’arte”, sostenuto dall’associazione genitori e dal Comune, verrà inaugurato la mattina di domenica 23 settembre, nelle prossime settimane le Ferrovie Nord si sono incaricate di posare le piastrelle dipinte a mano dai bambini.

«Sì, così abbelliremo tutta una parete del sottopasso – racconta Lucia Dell’Aia, la mamma presidente dell’associazione genitori – è un’idea che le nostre scuole elementari hanno portato avanti. Ed è vero: è un modo per appropriarci di nuovo di alcuni sfortunati spazi pubblici. Tocca a noi del resto, è per il bene del paese». Anni fa nel sottopasso un ragazzo di 27 anni era stato aggredito e rapinato, era finito in ospedale.

Nemmeno dodici mesi fa una ragazza aveva fotografato preoccupanti strisce di sangue che macchiavano la sala d’attesa, un’ altra volta erano comparse delle scritte sataniche. Le segnalazioni sul degrado della stazione sono continue, i tossicodipendenti salgono e scendono dalle carrozze la sera, comprano, consumano, spesso lasciano le siringhe usate a terra, una volta un ago è stato ritrovato poco lontano, vicino all’ingresso dell’asilo. «Proprio per questo l’iniziativa è ancor più meritoria – commenta il sindaco Paolo Clerici – crediamo nella legalità e non c’è modo migliore che partire dalle scuole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA