Almeno risparmiateci  il teatrino della politica

Almeno risparmiateci

il teatrino della politica

Seri e austeri tutti, ci mancherebbe. Con una domandina che resta lì appesa. Chi ce lo impone lo è? Perché agli italiani giustamente ristretti in un sovranismo che di più non si può, visto che il confine è l’uscio di casa , fa una certa impressione vedere la politica che riparte con il consueto teatrino. Oltretutto gli spettacoli live sarebbero pure vietati. D’accordo, in questa guerra oltre alle bombe (meno male) mancano anche gli statisti e dobbiamo combatterla con quello che c’è. Al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, si può pure concedere qualche attenuante. Come ha detto giustamente il ministro Dario Franceschini, nessuno prima di lui si è trovato a gestire un’emergenza simile. Ma repetita, in questo caso non iuvant. E allora forse sarebbe stato il caso di evitare il riproporre in diretta Facebook nella tarda serata di sabato, l’annuncio di un provvedimento importante come quello della chiusura di tutte le attività non indispensabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA