La cura del “tartufo”  praticata dai politici

La cura del “tartufo”

praticata dai politici

La nuova cura per il Covid, se si guardano i politici, è il tartufo. Un po’ costosa magari, ma loro se la possono permettere e comunque sono gli unici beneficiari di questa rivoluzionaria terapia. Non avete notato quanto era “tartufesco” Giuseppy Conti nella conferenza stampa di presentazione del nuovo Dpcm all’acqua di rose? E Rocco Casalino nei panni del maggiordomo Gustavo di Porta a Porta a introdurre i giornalisti così da creare il clima giusto per evitare domande scivolose e dannose per il tubero del presidentissimo ammantato di quei poteri di emergenza che forse cominciano a dargli alla testa? Si dice che da qualche alleato del capo di governo escano espressioni nei confronti di quest’ultimo che neppure Capitan Fracassa Salvini, uno che l’effigie di Conte la tiene in mezzo al bersaglio del gioco delle freccette in salotto.

f.angelini@laprovincia.it
Francesco Angelini Capo redattore centrale

© RIPRODUZIONE RISERVATA