Pochi letti e medici
Il Pronto soccorso
così non regge più

Como: Sant’Anna, moltissimi accessi: barelle in corridoio. Le ambulanze restano ferme ore con i pazienti a bordo. Non c’è posto nei reparti per chi dev’essere ricoverato

Pochi letti e medici Il Pronto soccorso così non regge più

Medici e infermieri in fuga, spazi ridotti, troppo pochi posti letto rispetto al numero di abitanti, medici di famiglia non sempre contattabili e, in generale (Sant’Anna a parte) gli altri reparti d’emergenza della provincia o sono disposti a ricevere un numero limitato di pazienti, o non possono garantire tutte le specialità necessarie in un Pronto soccorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA