L’esordio di Braglia junior  tra i pali del Castello
Carlo Braglia, giovane portiere del Castello (Foto by lariosport lariosport)

L’esordio di Braglia junior

tra i pali del Castello

Figlio di Simone, ex portiere tra le altre di Genoa, Como e Milan. «Mio papà mi dà sempre tanti consigli, a volte lo ascolto altre volte faccio di testa mia»

Nel Castello che sconfigge per 2-1 la ColicoDerviese e termina al secondo posto il girone d’andata di Promozione B, c’è stato spazio per la prima volta in stagione per il giovane portiere classe 2000 Carlo Braglia, figlio di Simone, ex portiere tra le altre di Genoa (con cui ha giocato in serie A), Como e Milan.

Un esordio più che inaspettato per Carlo che doveva andare addirittura in tribuna, poi il cambio sulla distinta e l’ingresso al posto dell’infortunato Borghi: «Non ero agitato anche se era una gara importante per la classifica ed era la mia prima partita, ma, allenandomi da qualche mese con il Castello, sapevo di potermi fidare ciecamente della mia difesa – esordisce Carlo -. Sinceramente però entrare ad inizio ripresa è stata un po’ una sorpresa, pensavo che il colpo ricevuto da Borghi non fosse grave invece, alla mia prima convocazione mi sono ritrovato improvvisamente in campo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA