Asf denuncia il problema del numero limitato di corse: mancano gli autisti. Per i sindacati lo stipendio è troppo basso

Incentivi La carenza di conducenti alla base dei problemi del trasporto pubblico sul territorio. Lanciato un bando per 30 assunzioni con scadenza il 28 settembre per contratti a tempo indeterminato

Asf denuncia il problema del numero limitato di corse: mancano gli autisti. Per i sindacati lo stipendio è troppo basso
Studenti in attesa degli autobus in Piazza Vittoria

Il vero problema, per Asf, è la mancanza di autisti. Al netto dei ritardi e delle corse per studenti sovraffollate già nei primi giorni dell’inizio dell’anno scolastico, l’ostacolo maggiore è che l’azienda non riesce ad assumere nuovi autisti, mancano una quarantina di guidatori rispetto all’organico totale.

Dunque per l’ennesima volta Asf ha aperto un bando d’assunzione, per cercare trenta nuovi autisti. La scadenza è il 28 settembre. La novità è che i contratti, questa volta, sono a tempo indeterminato. La speranza è che le migliori condizioni attraggano più candidature.

Il bando di assunzione

«Resta confermato, per le nuove assunzioni, il benefit di 100 euro lorde mensili per 36 mesi – spiegano da Asf - a ristoro dei costi sostenuti per il conseguimento della patente D e della carta di qualificazione del conducente, oltre ai buoni pasto». Il bando è valido per i cittadini oltre i 21 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA